Benvenuto nel sito del Consiglio Regionale del Veneto


Link di salto: Vai alla Navigazione principale - Vai ai Contenuti - Vai alla ricerca

atti ispettivi

Contenuti: Interrogazione a risposta immediata n. 84 - 10^ legislatura
COREVE

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO
DECIMA LEGISLATURA


INTERROGAZIONE A RISPOSTA IMMEDIATA N. 84

LA GIUNTA REGIONALE INTENDE EROGARE URGENTEMENTE ALLE SCUOLE PARITARIE PER L’INFANZIA I CONTRIBUTI 2015 E PROVVEDERE AL RIPARTO 2015 PER GARANTIRE I SERVIZI DI QUESTO IMPORTANTE SETTORE?

presentata il 16 novembre 2015 dai Consiglieri Moretti, Azzalin, Pigozzo, Sinigaglia, Salemi e Zottis



Premesso che:
- la Regione del Veneto con la legge regionale n. 23/1980 , sostiene le scuole dell’infanzia non statali riconoscendone la funzione sociale svolta sul proprio territorio;
- nel Veneto le scuole paritarie dell’infanzia garantiscono un servizio pubblico fondamentale a circa 90.000 mila bambini di età compresa fra i tre e i sei anni e a oltre 7000 dai 0 ai tre anni;
- nel 2014 la Giunta regionale ha assegnato un contributo di 42 milioni di euro in conto gestione alle scuole paritarie per l’infanzia così suddiviso: 21.000.000,00 di euro per le scuole materne e 21.000.000,00 di euro per gli asili nido;
- la Giunta regionale del Veneto con DGR. n. 1418 del 15 ottobre 2015 ha approvato il riparto di assegnazione dei contributi in conto gestione 2015 per gli asili nido. L’importo complessivo di 16.000.00,00 di euro è inferiore allo stanziamento di 21 milioni previsto nel bilancio 2015;
- le scuole d’infanzia, che per poter programmare la loro attività hanno bisogno di tempi certi nell’erogazione delle necessarie risorse, ad oggi non hanno ancora ricevuto i previsti contributi;
- la Regione del Veneto dovrebbe provvedere quanto prima, e comunque entro il 31 dicembre 2015, ad adottare il riparto per il 2015 per le scuole dell’infanzia e i relativi decreti di impegno di spesa, inclusa la disponibilità di cassa;
- la gestione degli asili nido è una materia afferente all’assessorato ai Servizi Sociali mentre quella delle scuole dell’infanzia riguarda l’assessorato all’Istruzione, questa diversa ripartizione di competenze rischia probabilmente di prolungare i tempi di erogazione dei contributi.
Tenuto conto che:
- la FISM Veneto esprime grande preoccupazione, in quanto la Giunta regionale interpellata ripetutamente, non garantisce nel bilancio 2015 gli stessi stanziamenti degli anni precedenti: 21.000.000,00 di euro per i nidi e 21.000.000,00 di euro per le scuole dell’infanzia;
- ad oggi l’assestamento di bilancio 2015 non è ancora stato approvato e pertanto sono ad alto rischio i 21 milioni di euro di contributi 2015 assegnati alle scuole dell’infanzia.
Tutto ciò premesso i sottoscritti consiglieri regionali
chiedono alla Giunta regionale

se non ritenga opportuno provvedere immediatamente alla ripartizione e all’erogazione alle scuole paritarie per l’infanzia dei contributi per l’anno 2015 al fine di garantire la programmazione dell’attività educativa.

SOMMARIO

menù di sezione:


Link di salto: Torna su - Torna alla Navigazione principale - torna ai Contenuti - Vai alla ricerca
showSondaggio:true valutaParametroOnline:false direttaRefresh:30000
nodo 1