Benvenuto nel sito del Consiglio Regionale del Veneto


Link di salto: Vai alla Navigazione principale - Vai ai Contenuti - Vai alla ricerca

atti ispettivi

Contenuti: Interrogazione a risposta immediata n. 88 - 10^ legislatura
COREVE

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO
DECIMA LEGISLATURA


INTERROGAZIONE A RISPOSTA IMMEDIATA N. 88

ASSISTENZA SANITARIA PER MUTILATI E INVALIDI DI GUERRA. PERCHÉ LA GIUNTA NON HA COINVOLTO IL CONSIGLIO NORD-ITALIA DELL’ASSOCIAZIONE ITALIANA CIECHI DI GUERRA?

presentata il 19 novembre 2015 dal/i Consigliere Ruzzante



Premesso che:
- in data 28 settembre 2015, con delibera n. 1245, la Giunta regionale ha approvato il documento denominato “Linee guida sull’attuazione della legge regionale 26.11.2004, n. 25 recante “Nuove norme regionali in materia d’assistenza sanitaria in favore dei mutilati ed invalidi di guerra, per cause di guerra e per servizio””;
- nel testo della delibera viene riferito che “(...) si è ritenuto opportuno avviare un confronto con i rappresentanti regionali delle associazioni dei beneficiari UNMS (Unione Nazionale Mutilati per Servizio), ANMIG (Associazione Nazionale fra Mutilati e Invalidi di Guerra) e ANVCG (Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra) (...)”;
- il Consiglio Nord-Italia dell’Associazione Italiana Ciechi di Guerra ha da parte sua comunicato alla Regione la propria sorpresa ed insoddisfazione per la mancata convocazione presso l’Assessorato alla Sanità per esaminare e dare un contributo alle questioni inerenti il provvedimento suddetto;
- in risposta, la dirigente del settore assistenza distrettuale e cure primarie ha precisato che: “trattandosi di una legge regionale ci siamo concentrati sulle rappresentanze solo di rilievo regionale..;
- l’AICG, che si è rivolta direttamente anche al Presidente della Giunta regionale, precisa per contro che “il Consiglio Interregionale Nord Italia opera a tutela di tutti i soci del territorio, incluso, ovviamente, anche quelli del Veneto”;
- l’AICG ha sede a Rubano in provincia di Padova e pur facendo riferimento all’interregionale del Nord, ha soci e iscritti provenienti dal Veneto. Poiché il tavolo ha funzioni consultive, è assurdo non consentire a cittadini veneti che tanto hanno dato alla Patria la possibilità di essere presenti al tavolo regionale. È una forma di discriminazione che va superata.
Tutto ciò premesso il sottoscritto consigliere
chiede al Presidente della Giunta regionale

quali sono i motivi che hanno portato all’esclusione di AICG dalle consultazioni che hanno preceduto l’approvazione del suddetto provvedimento.


SOMMARIO

menù di sezione:


Link di salto: Torna su - Torna alla Navigazione principale - torna ai Contenuti - Vai alla ricerca
showSondaggio:true valutaParametroOnline:false direttaRefresh:30000
nodo 1