Benvenuto nel sito del Consiglio Regionale del Veneto


Link di salto: Vai alla Navigazione principale - Vai ai Contenuti - Vai alla ricerca

atti ispettivi

Contenuti: Interrogazione a risposta immediata n. 207 - 10^ legislatura
COREVE

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO
DECIMA LEGISLATURA


INTERROGAZIONE A RISPOSTA IMMEDIATA N. 207

ESENZIONI DAI TICKET DI DIAGNOSTICA PER GLI EX ESPOSTI ALLE AMMINE AROMATICHE. 8 MESI DI ATTESA PER UN INCONTRO CON L’ASSESSORE ALLA SANITÀ.

presentata il 7 luglio 2016 dal Consigliere Pigozzo



Premesso che:
- l’Associazione ex esposti alle ammine aromatiche di Porto Marghera è un’organizzazione senza fini di lucro, sorta per promuovere l’informazione sui rischi prodotti dalle ammine aromatiche e dagli altri agenti tossico - nocivi, divulgarne i contenuti, denunciarne gli effetti e sostenere i diritti di coloro che ne sono stati colpiti;
- all’Associazione possono aderire tutti coloro che ne condividono gli scopi, con particolare riferimento alle persone che direttamente o indirettamente hanno subito l’esposizione alle ammine aromatiche e ad altri agenti tossico-nocivi e i conseguenti danni alla salute, (gli addetti alle loro lavorazioni, i loro familiari ed i cittadini che vivono in zone contaminate).
Considerato che:
- l’art. 16 della Legge regionale n. 6 del 27 aprile 2015(“Legge di stabilità regionale per l’esercizio 2015”), prevedeva che “ai lavoratori ex esposti alle sostanze cancerogene certificate, riconosciuti da certificazione dei servizi di prevenzione delle aziende unità locali socio sanitarie” fosse “attribuito un codice di esenzione dal ticket per le prestazioni diagnostiche previste dai rispettivi protocolli di sorveglianza sanitaria.”;
- il suddetto articolo 16 è stato abrogato dal comma 1 art. 2 della Legge regionale n. 17 del 9 ottobre 2015 (“Razionalizzazione della Spesa Regionale”);
- il Presidente dell’Associazione ex esposti alle ammine aromatiche, con una missiva datata 27 ottobre 2015, aveva chiesto al Presidente della Giunta regionale un incontro al fine di ottenere dei chiarimenti sull’abrogazione dell’art. 16 della citata l.r. n. 6/2015 .
Evidenziato che con una email datata 10 novembre 2015, indirizzata alla suddetta Associazione e, per conoscenza, all’Assessore regionale alla Sanità, la Segreteria del Presidente della Giunta regionale comunicava testualmente ai suddetti destinatari che “Il Presidente ha preso visione della richiesta allegata e delega l’Assessore Luca Coletto, competente per materia, a fissare l’incontro. (...)”.
Preso atto che:
- sebbene dal momento della delega di cui sopra siano trascorsi ben 8 mesi, l’Assessore regionale alla Sanità non ha ancora fissato alcun incontro con i referenti dell’Associazione in oggetto;
- tutte le persone che sono state esposte a contaminazioni da ammine aromatiche e/o da altri agenti tossico - nocivi hanno il diritto di ottenere spiegazioni sui motivi che hanno spinto la Regione Veneto ad abolire le esenzioni dai ticket per le prestazioni diagnostiche previste dai protocolli di sorveglianza sanitaria.
Tutto ciò premesso, il sottoscritto Consigliere
chiede alla Giunta regionale

per quale motivo l’Assessore regionale alla Sanità non abbia ancora concordato l’incontro con i referenti dell’Associazione ex esposti alle ammine aromatiche di Porto Marghera, alla cui organizzazione era stato formalmente delegato dal Presidente della Giunta regionale con comunicazione email datata 10 novembre 2015.


SOMMARIO

menù di sezione:


Link di salto: Torna su - Torna alla Navigazione principale - torna ai Contenuti - Vai alla ricerca
showSondaggio:true valutaParametroOnline:false direttaRefresh:30000
nodo 1