Benvenuto nel sito del Consiglio Regionale del Veneto


Link di salto: Vai alla Navigazione principale - Vai ai Contenuti - Vai alla ricerca

atti ispettivi

Contenuti: Interrogazione a risposta immediata n. 226 - 10^ legislatura
COREVE

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO
DECIMA LEGISLATURA


INTERROGAZIONE A RISPOSTA IMMEDIATA N. 226

SUPERSTRADA PEDEMONTANA VENETA: SONO SPARITE LE OPERE COMPLEMENTARI! 200 MILIONI DI EURO DI VIABILITÀ CHE GARANTIVANO I FLUSSI DI TRAFFICO PREVISTI NEL PROGETTO. ZAIA SI ATTIVI IMMEDIATAMENTE PER INSERIRLE NEI LAVORI ALTRIMENTI LA FONDAMENTALE OPERA VIARIA SARÀ UN DISASTRO ECONOMICO PER LE CASSE DELLA REGIONE VENETO.

presentata l’11 agosto 2016 dai Consiglieri Conte, Bassi, Negro e Casali



Premesso che:
- la Superstrada Pedemontana Veneta è un’opera fondamentale per lo sviluppo socio economico del Veneto;
- da quando sono iniziati materialmente i lavori gli unici soldi pagati per gli interventi effettuati sono stati messi a disposizione dalla Regione Veneto;
- ad oggi siamo ad un “empasse” dovuto alla modalità esecutiva attuata nel project financing dell’opera dove sembra emergere che i flussi calcolati di traffico non rispecchiano gli scenari futuri e quindi la sostenibilità dell’opera;
- la stessa Cassa depositi e prestiti ha sollevato più di qualche dubbio sulla finanziabilità e soprattutto sui rischi d’impresa sbilanciati a sfavore della Regione Veneto;
- la stessa L.R. 15/2015 ha aperto una fase di verifica sui project financing per le opere viarie e se da una parte l’art. 4, della citata legge, non prevede la revisione a lavori già iniziati, l’operazione di emissione dei project bond e la relativa bancabilità del finanziamento potrebbero aprire nuovi scenari per correggere le distorsioni legate alla mancata esecuzione delle opere complementari;
- senza la realizzazione delle opere complementari la Superstrada Pedemontana Veneta non avrà i flussi di traffico previsti perché il modello di sviluppo del nostro territorio è caratterizzato da numerosissime aree industriali e queste richiedono, un collegamento stradale diretto, dai caselli alle principali strade regionali e provinciali senza il quale non risulterebbe conveniente, per i mezzi in transito, utilizzare la S.P.V.;
- con le opere complementari effettuate, inoltre, si renderebbe economicamente conveniente l’utilizzo della nuova infrastruttura anche ad una serie di potenziali “nuovi clienti locali” ai quali risulterebbe comodo e pratico utilizzare la S.P.V. perché facilmente raggiungibile.
Tutto ciò premesso e considerato, i sottoscritti consiglieri
interrogano la Giunta regionale

per sapere se intende inserire nel Piano economico finanziario della Superstrada Pedemontana Veneta, attualmente in fase di verifica di bancabilità dei project bond, le opere complementari alla viabilità principale garantendone così la sostenibilità economico finanziaria del progetto oltre che la corretta fruibilità dell’opera da parte di tutti i cittadini.


SOMMARIO

menù di sezione:


Link di salto: Torna su - Torna alla Navigazione principale - torna ai Contenuti - Vai alla ricerca
showSondaggio:true valutaParametroOnline:false direttaRefresh:30000
nodo 1