Benvenuto nel sito del Consiglio Regionale del Veneto


Link di salto: Vai alla Navigazione principale - Vai ai Contenuti - Vai alla ricerca

atti ispettivi

Contenuti: Interrogazione a risposta immediata n. 232 - 10^ legislatura
COREVE

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO
DECIMA LEGISLATURA

INTERROGAZIONE A RISPOSTA IMMEDIATA N. 232

CON QUALI INTERVENTI ORGANIZZATIVI E RISORSE ECONOMICHE LA GIUNTA REGIONALE INTENDE MIGLIORARE I SERVIZI DI PRONTO SOCCORSO DELL’OSPEDALE DI SAN DON└ DI PIAVE?

presentata il 13 settembre 2016 dai Consiglieri Zottis e Pigozzo


Premesso che:
- il 2 settembre scorso l’attivitÓ del Pronto Soccorso di San DonÓ di Piave Ŕ andata per l’ennesima volta in tilt: la rottura di un apparecchio della Radiologia ha impedito per alcune ore la refertazione e alcuni interventi in codice rosso. Gli operatori del Pronto Soccorso hanno invitato i pazienti in codice bianco a cercare altre soluzioni per evitare un’estenuante attesa;
- il Pronto Soccorso dell’Ospedale di San DonÓ di Piave gestisce la pi¨ grossa mole di lavoro di tutta l’Azienda Ulss n. 10 con il supporto di personale qualificato che quotidianamente Ŕ impegnato a garantire un buon livello di servizi. Tuttavia episodi analoghi a quello suindicato si ripetono e sono la conseguenza non solo di problemi tecnici e di carenza di personale ma anche delle lacune del sistema assistenziale territoriale;
- si Ŕ discusso spesso di riorganizzazione dei servizi territoriali a supporto anche dei Servizi di Pronto Soccorso;
- la Giunta regionale, nonostante la volontÓ di mantenere l’Azienda Ulss n. 10 e i poli ospedalieri di San DonÓ, Portogruaro e Jesolo, ha per anni sotto finanziato l’Azienda stessa: le risorse destinate alla sanitÓ del Veneto Orientale sono ad oggi sensibilmente inferiori alla media del Veneto; a titolo esemplificativo si evidenzia che, quando i contributi annui pro capite ammontavano a 1.812 euro per l’ULSS di Belluno, a 1.771 per l’Ulss di Adria e a 1.753 per quella veneziana, per l’Ulss n. 10 assommavano invece a 1.500 euro.
Tutto ci˛ premesso i sottoscritti consiglieri
chiedono alla Giunta regionale:

se siano previsti interventi organizzativi specifici per i servizi di Pronto Soccorso dell’Azienda Ulss n. 10 in termini di servizi territoriali, risorse umane ed economiche, per far fronte ai disagi che quotidianamente penalizzano gli operatori e i cittadini utenti.

SOMMARIO

menù di sezione:


Link di salto: Torna su - Torna alla Navigazione principale - torna ai Contenuti - Vai alla ricerca
showSondaggio:true valutaParametroOnline:false direttaRefresh:30000
nodo 1