Benvenuto nel sito del Consiglio Regionale del Veneto


Link di salto: Vai alla Navigazione principale - Vai ai Contenuti - Vai alla ricerca

atti ispettivi

Contenuti: Interrogazione a risposta immediata n. 260 - 10^ legislatura
COREVE

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO
DECIMA LEGISLATURA


INTERROGAZIONE A RISPOSTA IMMEDIATA N. 260

UNIFICAZIONE SALE PARTO DELLA CLINICA E DELLA DIVISIONE OSTETRICA DELL’AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA: SOLUZIONE DISAGEVOLE. VERRÀ GARANTITA UN’ALTERNATIVA PER OTTENERE LA PIENA EFFICIENZA?

presentata il 3 novembre 2016 dal Consigliere Ruzzante






Premesso che:
- la direzione generale dell’Azienda ospedaliera di Padova ha assunto nei mesi scorsi la decisione di procedere con l’unificazione delle sale parto della Clinica e della Divisione ostetrica;
- il suddetto progetto prevede di accorpare i due gruppi parto, incluse le sale operatorie per i tagli cesarei, nello stabile della Clinica, mentre il reparto per le puerpere e il nido (che accoglie neonati di entrambe le strutture) dovrebbero rimanere nello stabile della Divisione.
Considerato che:
- come viene denunciato dalle organizzazioni sindacali, con questa ipotesi di unificazione tutte le donne che partoriranno a Padova nell'unico Punto nascita dovranno essere successivamente trasferite in un altro edificio (separato da due ascensori e da un lungo corridoio sotterraneo di 200 metri) dove sarà prevista la loro degenza e dove si trova il nido. Si calcola che vi saranno circa 3.500 trasferimenti all’anno, attraverso i corridoi sotterranei, di mamme e di neonati, accompagnati naturalmente dal personale dedicato, che tuttavia sarà in questo modo continuamente distolto dagli impegni sul fronte dell'assistenza;
- l’alternativa più ragionevole e meno disagevole appare quella di riunire in un unico sito Punto nascite, puerperio e nido. Questo costituendo un centro specializzato ed efficiente, con sede nell'attuale Divisione ostetrica, oppure facendo confluire tutti i reparti all’ospedale Sant'Antonio.
Tutto ciò premesso il sottoscritto consigliere regionale
interroga il Presidente della Giunta regionale

per sapere se ritenga opportuno intervenire nella suddetta vicenda per trovare una soluzione che scongiuri una situazione di pesante disagio per mamme, bambini ed operatori, garantendo così un livello di piena efficienza.


SOMMARIO

menù di sezione:


Link di salto: Torna su - Torna alla Navigazione principale - torna ai Contenuti - Vai alla ricerca
showSondaggio:true valutaParametroOnline:false direttaRefresh:30000
nodo 1