Benvenuto nel sito del Consiglio Regionale del Veneto


Link di salto: Vai alla Navigazione principale - Vai ai Contenuti - Vai alla ricerca

atti ispettivi

Contenuti: Interrogazione a risposta immediata n. 308 - 10^ legislatura
COREVE

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO
DECIMA LEGISLATURA


INTERROGAZIONE A RISPOSTA IMMEDIATA N. 308

LA REGIONE DEL VENETO SI STA ATTIVANDO PER FAR SÌ CHE I CITTADINI UTILIZZINO I TRENI REGIONALI IN PIENA TRANQUILLITÀ?

presentata il 17 febbraio 2017 dai Consiglieri Moretti, Ruzzante, Salemi, Zottis e Dalla Libera



Premesso che:
- il 28 luglio 2016 in un comunicato stampa dal titolo “Aggressioni sui treni in Veneto: Zaia, “Fenomeno preoccupante. Massima severità””, il Presidente della Regione del Veneto riferiva che: “I dati raccolti da Trenitalia sono impressionanti: nei soli treni circolanti sulla rete del Veneto, nel primo semestre 2016 sono state segnalate 56 aggressioni, 14 fisiche e 42 verbali, contro un totale di 68 in tutto il 2015, delle quali 27 fisiche e 41 verbali. Non sono numeri da Paese civile, sono il segnale di una situazione preoccupante, di un degrado al quale va posta fine con severità (...)” e sottolineava la necessità di una maggiore presenza della forza pubblica nei treni come “formidabile deterrente per balordi, furbi, ladri o prepotenti”;
- il recente grave fatto di cronaca riguardante l’aggressione subita da un’adolescente nello scompartimento di un treno locale lombardo, ha riportato alla ribalta il problema della sicurezza dei viaggiatori e del personale di bordo sui treni locali regionali e di lunga percorrenza.
Rilevato che la Regione Lombardia ha stanziato circa tre milioni di euro per garantire il presidio di guardie giurate armate sui treni e nelle stazioni. Inoltre ha sottoscritto un protocollo d’intesa con i rappresentanti delle Forze armate e i gestori del servizio di trasporto ferroviario regionale per consentire ai militari di viaggiare gratuitamente anche quando non sono in servizio e non portano la divisa.
Tenuto conto che:
- con la DGR n. 1919 del 29 novembre 2016 la Giunta regionale del Veneto ha approvato il nuovo testo dell’atto di proroga del Contratto per i servizi ferroviari di interesse regionale e locale tra Regione del Veneto e Trenitalia SpA, con decorrenza dal 1° gennaio 2015 al 31 dicembre 2023;
- il suddetto provvedimento prevede che, per innalzare la percezione di sicurezza, le Parti valutino la possibilità di subordinare l’ammissione gratuita delle Forze dell’ordine a bordo dei treni a determinati requisiti, il primo dei quali è l’utilizzo della divisa. Alle medesime condizioni l’ammissione gratuita potrebbe essere estesa alle Forze armate, a livello sperimentale e per un periodo di un anno, mediante la sottoscrizione di uno specifico atto.
Tutto ciò premesso, i sottoscritti consiglieri regionali
interrogano il Presidente della Giunta regionale

per sapere se siano state attivate le suindicate disposizioni, per far sì che i cittadini utilizzino i treni regionali in piena tranquillità.


SOMMARIO

menù di sezione:


Link di salto: Torna su - Torna alla Navigazione principale - torna ai Contenuti - Vai alla ricerca
showSondaggio:true valutaParametroOnline:false direttaRefresh:30000
nodo 1