Benvenuto nel sito del Consiglio Regionale del Veneto


Link di salto: Vai alla Navigazione principale - Vai ai Contenuti - Vai alla ricerca

atti ispettivi

Contenuti: Interrogazione a risposta immediata n. 328 - 10^ legislatura
COREVE

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO
DECIMA LEGISLATURA


INTERROGAZIONE A RISPOSTA IMMEDIATA N. 328

LA REGIONE DEL VENETO INTENDE GARANTIRE L’APERTURA DEL PUNTO NASCITE DELL’OSPEDALE DI PORTOGRUARO IN TEMPI CERTI E RAPIDI?

presentata il 23 marzo 2017 dai Consiglieri Zottis e Pigozzo



Premesso che:
- in questi ultimi giorni si è appreso dalla stampa locale che per l’ennesima volta è stata rinviata la prevista apertura del Punto Nascite dell’Ospedale di Portogruaro;
- il suddetto rinvio dipenderebbe dalla difficoltà dell’Azienda sanitaria di reperire un medico ginecologo;
- in questi giorni il direttore generale dell’Ulss n. 4 Veneto orientale ha precisato che: “Il Punto Nascite aprirà quando sarà ripristinato l’organico adatto ad assicurare la massima sicurezza sia per le partorienti che per i neonati. Ad oggi non c’è alcuna data di apertura (...)”;
- con la DGR n. 2238 del 23 dicembre 2016 la Giunta regionale ha inserito il Punto Nascite di Portogruaro nella “Classe ***”, corrispondente ad una struttura che: deve effettuare più di 500 parti l’anno con età gestionale maggiore di 34 settimane compiute; deve essere in rete con gli Ospedali che presentano Unità appartenenti alle classi maggiori; deve poter contare su risorse umane adeguate e sulla disponibilità di una sala operatoria sempre pronta e disponibile H 24, per le emergenze ostetriche nel blocco travaglio-parto;
- sulla base dei suddetti criteri nel Punto Nascite dell’Ospedale di Portogruaro mancherebbero non solo i medici necessari ma anche la sala operatoria H24, per le emergenze ostetriche, nel blocco travaglio-parto.
Considerato che:
- l’apertura della suddetta struttura era stata fissata per il 1° ottobre 2015;
- nel gennaio 2016 il Presidente della Regione del Veneto aveva assicurato la volontà della Regione di mantenere e potenziare il Punto Nascite di Portogruaro, anche in virtù del fatto che: “l’Ulss del Veneto Orientale assiste una popolazione di circa 220 mila persone residenti e si occupa di tutte le necessità sanitarie di quasi 16 milioni di turisti che ogni anno soggiornano sulle spiagge. Numeri alla luce dei quali di certo non può permettersi di rinunciare a servizi importanti, compreso il punto nascite”;
- nello stesso mese l’Assessore regionale alla Sanità ha affermato che: “Detto e ribadito che il Punto Nascite non si tocca (entro febbraio verrà nominato il nuovo primario e dopo 2-3 mesi si potrebbe essere già pronti per ripartire) e sarà affiancato dal potenziamento di Ostetricia e Ginecologia e dall’istituzione di un Centro per la Procreazione Assistita (...)”;
- a quasi due anni dalle suddette indicazioni non è ancora possibile sapere con certezza se e quando il Punto Nascite dell’Ospedale di Portogruaro sarà effettivamente operativo;
- da lungo tempo la comunità del territorio interessato attende di poter usufruire di questo importante servizio sanitario ed esprime forte preoccupazione per l’ulteriore rinvio;
- questa situazione di disagio risulta ulteriormente aggravata dalla contestuale chiusura del punto nascite di Latisana;
- l’attuale incertezza rischia inoltre di non garantire un pieno servizio sanitario ai numerosi turisti che nei prossimi mesi estivi soggiorneranno nel territorio del Veneto orientale.
Tutto ciò premesso i sottoscritti consiglieri regionali
chiedono all’Assessore regionale alla Sanità

se non ritenga opportuno intervenire per quanto di competenza affinché sia fatto tutto il possibile per garantire l’apertura del Punto Nascite dell’ospedale di Portogruaro in tempi certi e rapidi.


SOMMARIO

menù di sezione:


Link di salto: Torna su - Torna alla Navigazione principale - torna ai Contenuti - Vai alla ricerca
showSondaggio:true valutaParametroOnline:false direttaRefresh:30000
nodo 1