Benvenuto nel sito del Consiglio Regionale del Veneto


Link di salto: Vai alla Navigazione principale - Vai ai Contenuti - Vai alla ricerca

atti ispettivi

Contenuti: Interrogazione a risposta immediata n. 806 - 10^ legislatura
COREVE

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO
DECIMA LEGISLATURA


INTERROGAZIONE A RISPOSTA IMMEDIATA N. 806

CHIOGGIA SOTTOMARINA (VE), STABILIMENTO BALNEARE CHIUSO PER VIOLENZE E RAZZISMO: COME INTENDE INTERVENIRE LA GIUNTA REGIONALE?

presentata il 19 agosto 2019 dai Consiglieri Ruzzante, Bartelle e Guarda



Premesso che:
- da notizia diffusa a mezzo stampa si apprende che nella giornata di ieri il Questore di Venezia ha disposto la sospensione per quindici giorni della licenza di un noto stabilimento balneare della località di Sottomarina, nel territorio del Comune di Chioggia in provincia di Venezia;
- la motivazione della misura cautelare, per quanto riportato dal Gazzettino di oggi, desta e deve destare particolare preoccupazione: il provvedimento, infatti «è conseguente alla escalation di episodi razzisti e violenti ai danni degli avventori»;
- in particolare, il 3 agosto un uomo di 43 anni sarebbe stato spintonato fuori dal locale e poi colpito dai buttafuori dello stabilimento con calci e pugni che avrebbero causato una frattura al perone e all’osso mascellare; l’uomo, trasportato al Pronto Soccorso di Chioggia, ha poi ricevuto una prognosi di 30 giorni;
- nello stesso locale, qualche giorno prima si sarebbe verificato un episodio di discriminazione razziale: il personale della sicurezza avrebbe impedito l’accesso ad un giovane di origine etiope con l’eloquente motivazione “tu stai fuori perché sei nero”;
- la Questura riferisce che le violenze e le discriminazioni avevano generato un elevato allarme sociale, evidenziando “una non adeguata vigilanza del locale da parte del gestore”; il comportamento del personale ha “pericolosamente minato diritti costituzionalmente garantiti, quali la pari dignità sociale senza distinzione di sesso, razza, lingua e di religione”, che devono essere garantiti, in particolare, dai titolari di autorizzazioni di pubblici esercizi[1];
- tali episodi “rappresentano pertanto - evidenzia il Questore - una preoccupante minaccia all’ordine e alla sicurezza pubblica, aggravata da aspetti di deriva razziale, in special modo se riferiti ad un luogo di ritrovo per un significativo numero di giovani”[2].
Richiamato l’articolo 5, commi 1, 5, 6 e 7 dello Statuto del Veneto.
I sottoscritti consiglieri
interrogano il Presidente della Giunta regionale

per conoscere quali provvedimenti intenda promuovere ed adottare per contrastare la diffusione della violenza e del razzismo, al fine di scongiurare il ripetersi di episodi come quelli richiamati in premessa, e per garantire nel territorio regionale il rispetto della legalità e dei diritti costituzionalmente garantiti.


[1] https://www.repubblica.it/cronaca/2019/08/08/news/chioggia_stabilimento_balneare_chiuso_per_razzismo_e_violenze-233178099/?refresh_ce
[2] ibidem

SOMMARIO

menù di sezione:


Link di salto: Torna su - Torna alla Navigazione principale - torna ai Contenuti - Vai alla ricerca
showSondaggio:true valutaParametroOnline:false direttaRefresh:30000
nodo 1