Benvenuto nel sito del Consiglio Regionale del Veneto


Link di salto: Vai alla Navigazione principale - Vai ai Contenuti - Vai alla ricerca

atti ispettivi

Contenuti: Interrogazione a risposta immediata n. 822 - 10^ legislatura
COREVE

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO
DECIMA LEGISLATURA


INTERROGAZIONE A RISPOSTA IMMEDIATA N. 822

ECOLAB CHIUDE LO STABILIMENTO DI ROVIGO, 43 OPERAI A RISCHIO LICENZIAMENTO: QUALI INTERVENTI DELLA REGIONE PER PORRE ARGINE ALLO STRAPOTERE DELLE MULTINAZIONALI ALL’INTERNO DEL TERRITORIO REGIONALE?

presentata il 16 settembre 2019 dai Consiglieri Ruzzante, Bartelle e Guarda



Premesso che:
- secondo quanto riportato dalla stampa locale, la multinazionale americana Ecolab avrebbe deciso di chiudere la sede produttiva di Rovigo, la ex Esoform, fondata nel 1921 e rilevata nel 2011 tramite una fusione con incorporazione;
- nella giornata di mercoledì 11 settembre i 43 dipendenti ricevuto l’annuncio dell’avvio delle procedure per il licenziamento;
- le organizzazioni sindacali hanno richiesto la convocazione di un incontro urgente al Prefetto di Rovigo;
- il Consiglio comunale di Rovigo è convocato nella giornata di oggi con il seguente ordine del giorno: “approvazione ordine del giorno a sostegno dei lavoratori in stato di crisi - azienda Ecolab production srl sito di Rovigo”.
Considerato che:
- le motivazioni della chiusura non sarebbero riconducibili a crisi ma ad una presunta bassa competitività sui mercati internazionali dovuta a costi di produzione e di trasporto più elevati rispetto ad altri siti;
- la multinazionale americana sembrerebbe determinata ad abbandonare il sito produttivo di Rovigo, che pure risulterebbe in utile, per trasferire la produzione in Francia con conseguente chiusura e licenziamento collettivo dei lavoratori, senza aver considerato l’ipotesi di riorganizzazione o di attesa ai fini di un’eventuale cessione di azienda, così garantendo la conservazione del sito produttivo ed il mantenimento dei livelli occupazionali.
Rilevato che le organizzazioni sindacali hanno chiesto un incontro urgente all’assessore regionale al Lavoro.
Sottolineato che Rovigo ed il Polesine da ormai molti anni riscontrano una progressiva erosione del tessuto produttivo con la chiusura di strutture importanti per l’economia del territorio e la conseguente drammatica riduzione del numero di occupati e della qualità del lavoro disponibile.
I sottoscritti consiglieri
interrogano la Giunta regionale

per conoscere quali interventi intenda porre in essere rispetto a quanto sopra rappresentato, con particolare riferimento alla promozione di un tavolo di confronto regionale.


SOMMARIO

menù di sezione:


Link di salto: Torna su - Torna alla Navigazione principale - torna ai Contenuti - Vai alla ricerca
showSondaggio:true valutaParametroOnline:false direttaRefresh:30000
nodo 1