Benvenuto nel sito del Consiglio Regionale del Veneto


Link di salto: Vai alla Navigazione principale - Vai ai Contenuti - Vai alla ricerca

atti ispettivi

Contenuti: Interrogazione a risposta scritta n. 90 - 10^ legislatura
COREVE

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO
DECIMA LEGISLATURA

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA N. 90

PIANO REGIONALE DI PREVENZIONE: CHE FINE HANNO FATTO GLI INFORTUNI E LE MALATTIE PROFESSIONALI?

presentata il 2 dicembre 2015 dai Consiglieri Conte, Negro, Bassi e Casali


Premesso che:
- la Giunta regionale con DGR n. 749/2015 ha approvato il Piano regionale di prevenzione (PRP), strumento fondamentale di recepimento del Piano nazionale di prevenzione (PNP) 2014-2018;
- all’interno del Piano nazionale di prevenzione è individuato l’obiettivo 2.7 relativo alla prevenzione infortuni e malattie professionali, materia di competenza esecutiva delle strutture S.P.I.S.A.L. delle ULSS;
- il sopra citato Piano regionale non ricomprende il macro obiettivo 2.7 (vedi allegato A) pag. 2 del PRP) che invece trova definizione nel Piano nazionale prevenzione;
- il Dirigente regionale del Settore Promozione e Sviluppo Igiene e Sanità Pubblica ha organizzato, nel frattempo, una serie di incontri di informazione-formazione di operatori (3 per ogni ULSS) finalizzati alla stesura del PPA (Piano di prevenzione aziendale);
- tale azione intrapresa non considera , come messo in evidenza dal Dirigente regionale del Servizio Prevenzione Sanità Pubblica, che tali progetti sono stati invece approvati su dimensione nazionale creando un vuoto tra la dimensione locale dei PPA e quella nazionale dei PNP.
Considerato che:
- si stanno generando una serie di problemi e disfunzioni organizzative e procedurali legate alla mancanza di previsione a livello regionale da parte dell’Assessorato alla Sanità sulla prevenzione malattie ed infortuni professionali;
- i Piani di prevenzione aziendale devono essere approvati entro il 31 dicembre e devono contemplare tutti i macro obiettivi elencati nel PNP.
Tutto ciò premesso e considerato, i sottoscritti Consiglieri regionali
interrogano la Giunta regionale

per sapere:
- cosa intende fare per porre rimedio alla “svista” contenuta nel PRP?
- come intende intervenire operativamente per coprire il vuoto normativo che si è creato con un enorme disagio per la compilazione dei PPA?

SOMMARIO

menù di sezione:


Link di salto: Torna su - Torna alla Navigazione principale - torna ai Contenuti - Vai alla ricerca
showSondaggio:true valutaParametroOnline:false direttaRefresh:30000
nodo 1