Benvenuto nel sito del Consiglio Regionale del Veneto


Link di salto: Vai alla Navigazione principale - Vai ai Contenuti - Vai alla ricerca

atti ispettivi

Contenuti: Interrogazione a risposta scritta n. 150 - 10^ legislatura
COREVE

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO
DECIMA LEGISLATURA


INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA N. 150

COSA SI ASPETTA AD APRIRE IL REPARTO PEDIATRIA E OSTETRICIA-GINECOLOGIA ALL’OSPEDALE S. MARTINO DI BELLUNO INAUGURATO IL 23 NOVEMBRE 2015?

presentata il 19 febbraio 2016 dai Consiglieri Berti, Scarabel, Baldin, Bartelle e Brusco



Premesso che:
- il 23 novembre 2015 il governatore della regione Veneto Luca Zaia ha inaugurato il padiglione F all’ospedale S. Martino di Belluno, che accoglierà i reparti di Pediatria e Ostetricia-Ginecologia con apparecchi all’avanguardia;
- il governatore ha così commentato nel Comunicato stampa N° 1600 del 23/11/2015: “Vorrei vedere ora quanti dicevano che avremmo distrutto la sanità bellunese e quella del capoluogo: questa area materno infantile è tra le più avanzate in assoluto, compresa l’indispensabile neonatologia ed è uno dei più grossi investimenti fatti ultimamente in Veneto, a dimostrazione che non esiste qui da noi una sanità di serie A e una di serie B. Anche su tutte le altre strutture del bellunese abbiamo mantenuto la promessa: nessuna chiusura. Gli allarmi erano privi di fondamento o, peggio, erano una speculazione elettorale sulle paure della gente.”;
- la nuova struttura di 7 mila metri quadrati è costata 11.345.564,61 euro (10 milioni sono stati finanziati dallo Stato, un milione dalla Regione e 345.564,61 dall’ULSS 1), con 39 posti letto complessivi e aree appositamente dedicate al reparto di Pediatria, a quello di Ostetricia e Ginecologia, e alle sotto centrali meccanica ed elettrica. A questa opera si aggiungono la ristrutturazione del quarto piano del blocco medico a completamento dell’area omogenea di degenza di Medicina Generale, Oncologia e Dermatologia (900 mila euro); e l’acquisto di un modernissimo angiografo del valore di 750 mila euro, 450 mila dei quali cofinanziati dalla Fondazione Cariverona.
Considerato che:
- la nuova Area Materno Infantile dell’Ospedale di Belluno era attesa da anni come ha ribadito l’allora Direttore Generale Pietro Paolo Faronato: «I lavori avrebbero dovuto iniziare e concludersi nel 2011, ma per varie vicende lo possiamo fare solo oggi»;- soddisfatto anche il sindaco Jacopo Massaro, presente anche nella veste di presidente della Conferenza dei sindaci: «con questa operazione si è intrapreso il cammino per rendere davvero il San Martino una struttura di riferimento provinciale, come è previsto nelle stesse schede ospedaliere e nel Piano socio-sanitario veneto, a cui Venezia dovrà dare realmente seguito».
Constatato che ad oggi, che siamo oltre metà febbraio 2016, il nuovo padiglione risulta ancora chiuso, a distanza di 3 mesi dalla sua inaugurazione in pompa magna.
Tutto ciò premesso l sottoscritti consiglieri
interrogano la Giunta regionale

per sapere se siano a conoscenza dei fatti e cosa intendano fare per rendere operativo da subito, indicando tempistiche certe, il padiglione F dell’ospedale S. Martino di Belluno, che ospita l’area materno infantile tra le più avanzate in assoluto, compresa l’indispensabile neonatologia ed è uno dei più grossi investimenti fatti ultimamente in Veneto in campo della sanità.


SOMMARIO

menù di sezione:


Link di salto: Torna su - Torna alla Navigazione principale - torna ai Contenuti - Vai alla ricerca
showSondaggio:true valutaParametroOnline:false direttaRefresh:30000
nodo 1