Benvenuto nel sito del Consiglio Regionale del Veneto


Link di salto: Vai alla Navigazione principale - Vai ai Contenuti - Vai alla ricerca

atti ispettivi

Contenuti: Interrogazione a risposta scritta n. 269 - 10^ legislatura
COREVE

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO
DECIMA LEGISLATURA


INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA N. 269

È ANCORA AFFIDABILE LA DITTA “GUERRATO SPA” CHE HA APPALTI SU OSPEDALI IN VENETO DOPO L’ARRESTO DEL TITOLARE SAVERIO GUERRATO PER TANGENTI?

presentata il 21 luglio 2016 dai Consiglieri Bartelle, Berti, Scarabel, Baldin e Brusco



Premesso che il 23 giugno scorso il Sindaco di Abano Terme Luca Claudio è stato arrestato accusato di un presunto giro di tangenti che secondo l’accusa si serviva di una società srl, intestata a Massimo Trevisan ma gestita dal sindaco stesso, per ottenere tangenti sugli appalti. Il meccanismo, secondo la Guardia di Finanza era: una volta affidato l'appalto a una ditta, questa pagava la tangente del 10 per cento pagando una consulenza di vario genere alla società srl di Trevisan. In occasione di piccoli appalti, invece, ci sarebbe stato passaggio di denaro in contanti.
Constatato che:
- tra gli arrestati c'è anche Saverio Guerrato, imprenditore rodigino titolare dell'omonima ditta che ha vinto l'appalto per la manutenzione degli alloggi Case e map;
- la Guerrato Spa è nata a Rovigo nel 1935, ed è una delle principali imprese venete, leader nei settori del project financing, facility management, progettazione integrata, realizzazione di opere civili e impianti tecnologici e speciali, ricerca e sviluppo di energie alternative;
- in passato ha realizzato gli ospedali di Castelfranco Veneto e Montebelluna per importi da capogiro;
- ha realizzato anche alcuni lavori all'ospedale San Salvatore dell'Aquila;
- la Guerrato Spa ha in corso l’appalto dell’Ospedale di Asiago che procede con una preoccupante lentezza e recentemente ha vinto con un ribasso del 26% l’appalto per il nuovo Ospedale di Montecchio Maggiore;
- in considerazione dell’inchiesta di Padova e dell’arresto di Saverio Guerrato, appare ora inevitabile pensare che la vicenda possa avere delle ripercussioni anche sulla costruzione del nuovo ospedale di Vibo Valentia in appalto anche quello.. Spetterà in ogni caso all’Asp di Vibo valutare se l’impresa conservi ancora quei requisiti di “moralità” (c.d. requisiti di ordine generale) necessari per mantenere in vita il contratto d’appalto a suo tempo sottoscritto con la Regione Calabria.
Considerato che:
- l’accusa che viene mossa a Guerrato (finito ai domiciliari) è quella di aver pagato a Luca Claudio una tangente da 174mila euro per ottenere l’appalto per la riqualificazione energetica e l’adeguamento normativo degli edifici comunali e degli impianti di illuminazione pubblica di Montegrotto Terme, in provincia di Padova, assegnato il 30 settembre del 2010. Una commessa del valore di 15 milioni di euro e della durata di 15 anni;
- non si può stabilire una connessione tra ciò che è successo in questi giorni nella cosiddetta “tangentopoli delle Terme”, e delle situazioni che si possono riscontrare in gare ed opere di edilizia ospedaliera-sanitaria aggiudicate alla citata società edile;
- in data 21 marzo 2016 abbiamo presentato una interrogazione sulla utilità dell’ospedale di Montecchio Maggiore, ma siamo ancora in attesa di una risposta, esprimendo gravi perplessità su origine e finalità di questa costosa “idea” che appare davvero sotto tutti i punti di vista irrazionale;
- un’opera non utile con il suo affidamento ad una impresa la Guerrato Spa che a questo punto non sembra propri affidabile; uno “sconto” del 26% sull’importo a base d’asta non è poca cosa, ma senza porre sospetti non sostenibili oggi con un diretto fondamento giuridico.
Considerato inoltre anche le reazioni in questi mesi dei Comuni e della popolazione soprattutto della Valle dell’Agno preoccupati per un futuro incerto del loro “nuovo” ospedale.
Tutto ciò premesso i sottoscritti consiglieri
interrogano la Giunta regionale

per sapere:
- se è affidabile una azienda la “Guerrato Spa” guidata da un titolare Saverio Guerrato oggi ai domiciliari ed accusato pesantemente di aver pagato tangenti, pur di vincere appalti pubblici;
- se la “Guerrato Spa” presenti quei requisiti di moralità indispensabili per dare affidabilità e continuità al contratto di appalto recentemente sottoscritto;
- se è più opportuno archiviare anticipatamente la decisione di fare un nuovo ospedale a Montecchio Maggiore e quindi di rivedere ab origine il progetto di costruzione del nuovo.


SOMMARIO

menù di sezione:


Link di salto: Torna su - Torna alla Navigazione principale - torna ai Contenuti - Vai alla ricerca
showSondaggio:true valutaParametroOnline:false direttaRefresh:30000
nodo 1