Benvenuto nel sito del Consiglio Regionale del Veneto


Link di salto: Vai alla Navigazione principale - Vai ai Contenuti - Vai alla ricerca

atti ispettivi

Contenuti: Interrogazione a risposta scritta n. 368 - 10^ legislatura
COREVE

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO
DECIMA LEGISLATURA


INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA N. 368

NEL PROGETTO GARANZIA ADULTI “DISOCCUPATI OVER 50” LA REGIONE ADOTTA CRITERI DI EQUITÀ?

presentata il 20 gennaio 2017 dai Consiglieri Conte, Bassi, Casali e Negro




Premesso che:
- la Regione del Veneto con il Programma Operativo Regionale 2014-2020 “Investimenti in favore della crescita e dell’occupazione”, Fondo Sociale Europeo, ha individuato per il proprio territorio tra le priorità di investimento l’inclusione sociale (Asse II);
- con la delibera n. 681 del 17/05/2016 la Giunta regionale ha approvato il nuovo piano “Garanzia Adulti” riservato ai lavoratori disoccupati over 50 e con disoccupazione uguale o superiore a 12 mesi;
- con il decreto n. 140 del 28/09/2016 la Giunta regionale ha approvato il documento sulla profilazione dei disoccupati adulti.
Considerato che:
- promuovere l’inclusione sociale significa combattere la povertà e ogni discriminazione;
- la disoccupazione in età matura e per lungo periodo si traduce in difficoltà economica e crea una situazione di disagio sociale;
- dal 2008 al 2013, la disoccupazione degli over 50 è raddoppiata dal 3,1 al 6,2% e che questi soggetti, oltre 30 mila in Veneto, hanno in prevalenza tra 55 e 64 anni.
Ritenuto che:
- maggiore è il periodo di disoccupazione, maggiori sono le difficoltà economiche;
- maggiore è il periodo di disoccupazione, maggiori sono le difficoltà di reinserimento lavorativo;
- i disoccupati over 50 sono a rischio di non maturare la contribuzione necessaria per la pensione da lavoro.
I sottoscritti consiglieri
interrogano la Giunta regionale

per sapere:
- se tra i criteri di priorità, atti a favorire la riallocazione nel mercato del lavoro dei cittadini disoccupati over 50, siano stati considerati:
a) il periodo maggiore di disoccupazione tra i soggetti che hanno aderito a “Garanzia Adulti” presso il Centro per l’impiego della propria provincia;
b) il contratto di lavoro di maggior durata che viene proposto;
- se i Centri provinciali per l’impiego hanno applicato una metodologia uniforme per la determinazione del profilo personale di occupabilità degli utenti.


SOMMARIO

menù di sezione:


Link di salto: Torna su - Torna alla Navigazione principale - torna ai Contenuti - Vai alla ricerca
showSondaggio:true valutaParametroOnline:false direttaRefresh:30000
nodo 1