Benvenuto nel sito del Consiglio Regionale del Veneto


Link di salto: Vai alla Navigazione principale - Vai ai Contenuti - Vai alla ricerca

atti ispettivi

Contenuti: Interrogazione a risposta scritta n. 372 - 10^ legislatura
COREVE

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO
DECIMA LEGISLATURA


INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA N. 372

DOPO L’ACCORPAMENTO DELL’ULSS N. 15 “ALTA PADOVANA” NELLA NUOVA MEGA ULSS N. 6 “EUGANEA” STRUMENTAZIONI CARENTI E QUALITÀ DEI SERVIZI A PICCO. COSA PENSANO DI FARE ZAIA E MANTOAN PER NON FAR MORIRE L’ALTA PADOVANA?

presentata il 23 gennaio 2017 dal Consigliere Conte



Premesso che:
- gli operatori sanitari, in una recente riunione del 18 gennaio, hanno evidenziato che dopo l’accorpamento della vecchia Ulss n. 15 “Alta Padovana” con la nuova Ulss n. 6 “Euganea” la qualità dei servizi è calata vistosamente e la dotazione strumentale manifesta carenze evidenti;
- mancano 9 primari ed ormai la loro mancanza sta creando grossi disagi nell’organizzazione aziendale;
- la ditta che ha vinto recentemente la gara per le protesi mammarie non ha i requisiti richiesti e quindi sono state interrotte le forniture per le pazienti, soprattutto oncologiche;
- gli apparecchi radiologici acquistati sono di pessima qualità e non reggono il confronto con le dotazioni dei laboratori convenzionati;
- si sono manifestati casi di siringhe che non funzionano, guanti chirurgici che si rompono, dosatori di flebo che si bloccano, etc.;
la regione ha deliberato la classificazione dei punti nascita non rispettando le caratteristiche numeriche reali: 1.200 parti a Cittadella e 1.500 a Camposampiero mentre la vecchia Ulss n. 15 è stata insita nella fascia da 700 parti!
Considerato che:
- le situazioni ed i problemi sopra evidenziati devono trovare urgentemente una soluzione;
- i cittadini dell’Alta padovana non devono essere considerati di serie B;
- l’azienda zero e la nuova ULSS n. 6 “Euganea” sta già manifestando palesemente i propri limiti dimensionali non riuscendo a gestire un bacino da 1.000.000 di utenti.
Il sottoscritto consigliere
interroga la Giunta regionale

per sapere:
- perché non ci sono le protesi mammarie nella vecchia Ulss 15 “Alta Padovana”?
- perché mancano 9 primari nella vecchia Ulss 15 “Alta Padovana”?
- perché le dotazioni strumentali non rispettano gli standard qualitativi dei laboratori privati?
- perché le siringhe non funzionano, i guanti si rompono e le flebo si bloccano nella vecchia Ulss 15 “Alta Padovana”?
- perché la classificazione dei punti nascite a Cittadella e Camposampiero è palesemente errata?


SOMMARIO

menù di sezione:


Link di salto: Torna su - Torna alla Navigazione principale - torna ai Contenuti - Vai alla ricerca
showSondaggio:true valutaParametroOnline:false direttaRefresh:30000
nodo 1