Benvenuto nel sito del Consiglio Regionale del Veneto


Link di salto: Vai alla Navigazione principale - Vai ai Contenuti - Vai alla ricerca

atti ispettivi

Contenuti: Interrogazione a risposta scritta n. 394 - 10^ legislatura
COREVE

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO
DECIMA LEGISLATURA


INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA N. 394

PERCH╔ LA REGIONE DEL VENETO CHE SI AUTODEFINISCE “VIRTUOSA” NON SOSTIENE IN TOTO CHI ╚ AFFETTO DA DIABETE MELLITO, ALLA PARI DI ALTRE REGIONI?

presentata il 7 marzo 2017 dai Consiglieri Negro, Casali, Bassi e Conte



Premesso che:
- la legge n. 115/1987 recante disposizioni per la fornitura gratuita agli assistiti affetti da diabete mellito di presidi diagnostici e terapeutici giÓ previsti dal DM sanitÓ 8 febbraio 1982;
- il DPCM 29 novembre 2001 conferma l’inclusione delle prestazioni in ambito di assistenza integrativa, ricompresa nell’assistenza distrettuale, all’interno dei LEA a favore di soggetti affetti da diabete;
- le DGR n. 1067/2013 e n. 2696/2014 dettano gli indirizzi in materia di prescrizione e dispensazione a carico del SSR di dispositivi per l’autocontrollo e l’autogestione di soggetti affetti da diabete;
- la DGR n. 2696/2014 incarica il direttore generale dell’area sanitÓ e sociale alla revisione degli allegati A e B qualora se ne dovesse ravvisare l’esigenza.
Considerato che:
- con decreto n. 21 del 14 marzo 2016 il direttore generale dell’area sanitÓ e sociale a seguito di ulteriori analisi e valutazioni effettuate dal gruppo di lavoro, con l’obbiettivo di migliorare l’appropriatezza d’uso dei dispositivi di autocontrollo e autogestione del diabete, ha ritenuto di specificare le differenti tipologie di pazienti diabetici e di ridefinire i quantitativi di strisce reattive per la misurazione della glicemia capillare e di lancette pungidito erogabili a carico del SSR;
- su segnalazione pubblica attraverso media giornalistici si Ŕ messa in evidenza la differenza di trattamento che il malato diabetico del SSR Veneto ha rispetto all’utente del SSR Lombardia, in cui in Veneto vengono messe a disposizione un numero inferiore di strisce reattive oltre che un numero ulteriormente inferiore di lancette pungidito rispetto alle strisce stesse.
Tutto ci˛ premesso e considerato, i sottoscritti Consiglieri regionali
interrogano la Giunta regionale

per sapere:
- se intende far modificare il decreto n. 21/2016 del direttore generale area sanitÓ e sociale per parametrare il numero di strisce reattive e le lancette pungidito a quello previsto in regione Lombardia;
- se intende, come previsto negli obiettivi dell’articolo 2 della legge regionale n. 24/2011 “norme per la prevenzione, la diagnosi e la cura del diabete mellito dell’etÓ adulta e pediatrica”, investire attenzione e risorse sulla tecnica della microinfusione di insulina e sui misuratori di glicemia sottocutaneo oltre a quanto di innovativo sia proposto dalla tecnologia “per abbattere il rischio di malattie e sue complicanze, ma soprattutto il perseguimento di un buon livello di qualitÓ e durata della vita dei soggetti affetti da malattia diabetica”.


SOMMARIO

menù di sezione:


Link di salto: Torna su - Torna alla Navigazione principale - torna ai Contenuti - Vai alla ricerca
showSondaggio:true valutaParametroOnline:false direttaRefresh:30000
nodo 1