Benvenuto nel sito del Consiglio Regionale del Veneto


Link di salto: Vai alla Navigazione principale - Vai ai Contenuti - Vai alla ricerca

atti ispettivi

Contenuti: Interrogazione a risposta scritta n. 537 - 10^ legislatura
COREVE

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO
DECIMA LEGISLATURA


INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA N. 537

EMERGENZA PFAS. POZZI PRIVATI A RISCHIO INQUINAMENTO: QUAL E’ LO STATO DELL’ARTE CIRCA GLI INTERVENTI DI ALLACCIAMENTO DELLE UTENZE ALLA RETE PUBBLICA?

presentata il 6 febbraio 2018 dai Consiglieri Guarda, Fracasso, Azzalin, Moretti, Salemi, Zanoni e Dalla Libera



Premesso che:
- nei giorni scorsi è stata data notizia delle risultanze di una analisi svolta autonomamente dai cittadini di Lobia di San Bonifacio sulle acque di un pozzo privato situato in zona “Locara”. Come riportato dal quotidiano “L’Arena” del 28 gennaio (nell’articolo intitolato “Pfas, un altro pozzo inquinato: allarme a San Bonifacio”, firmato da Luca Fiorin), è stata la responsabile del servizio igiene e alimenti dell’ULSS 9 di Verona, Linda Chioffi, a definire il suddetto pozzo come “contaminato in maniera rilevante”;
- nel suddetto articolo si aggiunge inoltre che la sopra citata responsabile “precisa che la presenza di sostanze perfluoro-alchiliche in quell’impianto era già stata riscontrata in passato – allora non era però superiore ai limiti, che sono stati abbassati solo meno di tre mesi fa – e afferma che si tratta della conferma che proprio le strutture di prelevamento private rischiano di essere un problema. «Gli acquedotti sono controllati e sicuri, i pozzi non è detto che lo siano altrettanto», sottolinea”. Sta di fatto che nel territorio sambonifacese probabilmente c’è una falda sotterranea inquinata da sostanze perfluoro-alchiliche. «A Locara abbiamo scoperto una presenza di Pfoa (la stessa sostanza che si trova anche nel sangue dei cittadini di Lobia) nettamente superiore ai valori di potabilità», conferma la dirigente”.
Considerato che:
- la vicenda sopra esposta è molto preoccupante ed evidenzia una volta per tutte la necessità di attuare una strettissima azione di controllo ed intervento in particolare a tutela delle famiglie che non sono attualmente allacciate alla rete acquedottistica pubblica;
- la vicenda sopra esposta fa riferimento ad un’area che si trova nella ‘zona grigia’, dunque non nel territorio più direttamente esposto ai Pfas, ovvero la zona rossa. Questo conferma l'urgenza di intervenire in tutte le zone toccate dal plume di inquinamento e non solo in quelle servite dal sistema acquedottistico;
- la Regione Veneto ha dato mandato ai gestori, dopo numerose sollecitazioni, di perseguire l'obiettivo di contenimento delle sostanze inquinanti entro limiti più restrittivi, con l'auspicio di un obiettivo “Pfas Zero”;
- le famiglie che vivono nelle diverse zone contaminate e non collegate al sistema acquedottistico sono soggetti gravemente esposti alla contaminazione che, pur usando acqua minerale per scopi alimentari, sono costrette all'uso di acqua contaminata per le funzioni giornaliere;
- per le suddette famiglie in questi anni non sono state attivate misure specifiche se non per iniziativa dei gestori che hanno provveduto a collegare una parte delle utenze alle condotte acquedottistiche con fondi propri, già appesantiti dai costi elevati di gestione dei filtri.
Tutto ciò premesso, i sottoscritti consiglieri regionali
chiedono alla Giunta regionale

1) Qual è lo stato di avanzamento degli interventi per portare acqua priva di Pfas alle famiglie non ancora allacciate alla rete pubblica e dotate di pozzi privati?
2) Quante sono ancora le utenze (famiglie) non ancora collegate alla rete pubblica?
3) Quante famiglie sono state collegate dai lavori degli enti gestori dal 2013, anno in cui è iniziata ufficialmente l’emergenza, ad oggi?
4) In questi anni la task force costituita dalla Regione Veneto ha identificato strumenti e azioni utili alla tutela delle famiglie non allacciate al sistema acquedottistico?

SOMMARIO

menù di sezione:


Link di salto: Torna su - Torna alla Navigazione principale - torna ai Contenuti - Vai alla ricerca
showSondaggio:true valutaParametroOnline:false direttaRefresh:30000
nodo 1