Benvenuto nel sito del Consiglio Regionale del Veneto


Link di salto: Vai alla Navigazione principale - Vai ai Contenuti - Vai alla ricerca

atti ispettivi

Contenuti: Interrogazione a risposta scritta n. 715 - 10^ legislatura
COREVE

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO
DECIMA LEGISLATURA


INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA N. 715

COSA STA FACENDO LA REGIONE DEL VENETO PER TUTELARE LA SALUTE, L’AMBIENTE E LA BIODIVERSITÀ DAGLI EFFETTI TOSSICI DEI PESTICIDI PRESENTI NEL SUOLO, NELL’ACQUA E NELL’ARIA?

presentata il 13 marzo 2019 dal Consigliere Zanoni



Premesso che dai dati di vendita dei pesticidi dichiarati nel 2017, pubblicati nel sito dell’ARPAV, emerge che nella provincia di Treviso sono stati venduti oltre 3.900 tonnellate di pesticidi ripartiti tra 1.422 prodotti, il 35,02 per cento dei quali (1.360 tn) con effetti cronici, tossici o molto tossici per la salute. La quantità di prodotti venduti equivale circa a 4,4 chilogrammi per ciascun abitante della provincia. Anche nell’ambiente acquatico si rileva un’elevata diffusione di pesticidi (2.500 tn) altamente tossici e con effetti inquinanti di lunga durata. Secondo le rilevazioni dell’ISTAT il dato relativo al 2017 sulla vendita di pesticidi in provincia di Treviso ha sfiorato le 5.000 tonnellate, quasi 1.000 tonnellate in più rispetto ai dati ARPAV.
Considerato che:
- secondo le rilevazioni ISTAT la viticoltura è la coltivazione agricola che utilizza più pesticidi e questo è particolarmente rilevante e preoccupante in Veneto, dove la quantità di terreni adibiti a vigneti, già ingente, è in continua espansione soprattutto nella provincia di Treviso. Dai dati trasmessi allo scrivente dalla Direzione Agroalimentare della Regione Veneto si rileva che nel territorio della provincia di Treviso la superficie piantumata a vite è passata dai 27.846,86 ettari del 2010 ai 40.229,96 ettari del 2018, con un incremento di oltre il 44 per cento;
- numerosi studi scientifici accreditati dimostrano che un’esposizione prolungata ai principi attivi presenti nei pesticidi rappresenta un serio rischio per la salute degli operatori e della popolazione esposta.
Tenuto conto che il Piano di azione nazionale per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari (PAN) e il decreto legislativo 14 agosto 2012, n. 150 attribuiscono alle Amministrazioni regionali, in sinergia e collaborazione con le competenti Autorità nazionali, una serie di adempimenti, tra i quali: la definizione di programmi di informazione e sensibilizzazione rivolti agli utilizzatori professionali e non professionali, alla popolazione generale e ai consumatori; l’organizzazione del servizio di controllo delle attrezzature per l’applicazione dei prodotti fitosanitari; i vincoli correlati all’eventuale utilizzo dei metodi di irrorazione aerea, di norma vietati; l’individuazione di misure specifiche per la tutela dell’ambiente acquatico e dell’acqua potabile e per la riduzione dell’uso di prodotti fitosanitari in aree specifiche; la riduzione dei rischi, per l’ambiente, gli operatori, i consumatori, i residenti e gli astanti; il monitoraggio dei residui di prodotti fitosanitari nelle acque e sugli alimenti.
Tutto ciò premesso il sottoscritto consigliere regionale
chiede all’Assessore all’Agricoltura, all’Assessore all’Ambiente
e all’Assessore alla Salute

1) quali progetti sono stati avviati per ridurre i potenziali rischi per la salute derivanti dall’uso di PF con effetti cronici e tossici e quali sono stati i risultati;
2) quali piani sono stati avviati per la tutela dell’ambiente acquatico da prodotti fitosanitari tossici e molto tossici e quali sono stati i risultati;
3) quali progetti sono stati avviati per tutelare le api e gli altri insetti impollinatori e quali sono stati i risultati;
4) quali progetti sono stati avviati per promuovere altri metodi di coltivazione al fine di abbandonare la difesa integrata intensa che utilizza prodotti chimici e quali risultati sono stati raggiunti.


SOMMARIO

menù di sezione:


Link di salto: Torna su - Torna alla Navigazione principale - torna ai Contenuti - Vai alla ricerca
showSondaggio:true valutaParametroOnline:false direttaRefresh:30000
nodo 1