Benvenuto nel sito del Consiglio Regionale del Veneto


Link di salto: Vai alla Navigazione principale - Vai ai Contenuti - Vai alla ricerca

attività di indirizzo

Contenuti: Mozione n. 182 - 10^ legislatura
COREVE

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO
DECIMA LEGISLATURA


MOZIONE N. 182

LA REGIONE VENETO ISTITUISCA UN FONDO PER PROMUOVERE, NELLE SCUOLE DEL VENETO, CAMPAGNE DI INFORMAZIONE PER PREVENIRE TUTTI GLI ATTI CONNESSI AL CYBER BULLISMO E ATTUI FIN DA SUBITO QUESTE CAMPAGNE

presentata il 28 settembre 2016 dai Consiglieri Giorgetti, Barison e Donazzan


Il Consiglio regionale del Veneto


PREMESSO che sono sempre più frequenti i casi di cyber bullismo nei confronti soprattutto di giovani donne che subiscono ritorsioni così pesanti da portare il più delle volte all’abbandono scolastico o all’allontanamento volontario dal proprio luogo di residenza o addirittura, in casi estremi, al suicidio;
CONSIDERATO CHE:
- il cyber bullismo è sanzionato dalla legge penale italiana poiché può comprendere i seguenti reati: l’indebita raccolta, la rivelazione e la diffusione di immagini attinenti alla vita privata che si svolgono in abitazioni altrui o in altri luoghi di privata dimora (art. 615 bis codice penale); il possibile reato di ingiurie, in caso di particolari messaggi inviati per offendere l’onore o il decoro del destinatario (art. 594 codice penale); le pubblicazioni oscene (art. 528 codice penale); la tutela dei minori riguardo al materiale pornografico (art. 600-ter codice penale; legge 3 agosto 1998, n. 269);
- è già in essere una circolare ministeriale del Ministero dell’Istruzione, della Ricerca e dell’Università datata 30 novembre 2007 che tutela la privacy contro comportamenti definiti di “cyber bullismo”;
- troppo spesso chi compie questi reati soprattutto in età adolescenziale non sa a cosa va incontro, quali reati sta compiendo realmente e che tipo di danni psicologici e morali sta compiendo nei confronti della vittima;
- sia le norme che le circolari sono fondamentali, ma altrettanto fondamentale è informare i ragazzi sui pericoli e sui reati a cui vanno incontro quando si macchiano di comportamenti atti a ledere la dignità e la privacy altrui. Il cyber bullismo si combatte in primo luogo attraverso l’informazione e la prevenzione;
- le istituzioni hanno il dovere di educare le nuove generazioni ad un rapporto più sano con la rete e devono promuovere azioni di informazione per prevenire qualsiasi forma di cyber bullismo;
impegna la Giunta regionale

1) a porre in essere tutte le iniziative necessarie per promuovere, nelle scuole del Veneto, campagne di informazioni per prevenire tutti gli atti connessi al cyber bullismo;
2) a istituire un fondo per le campagne di informazione.


SOMMARIO

menù di sezione:


Link di salto: Torna su - Torna alla Navigazione principale - torna ai Contenuti - Vai alla ricerca
showSondaggio:true valutaParametroOnline:false direttaRefresh:30000
nodo 1