Benvenuto nel sito del Consiglio Regionale del Veneto


Link di salto: Vai alla Navigazione principale - Vai ai Contenuti - Vai alla ricerca

attivitÓ di indirizzo

Contenuti: Mozione n. 350 - 10^ legislatura
COREVE

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO
DECIMA LEGISLATURA


MOZIONE N. 350

POVERT└ EDUCATIVA: IL VENETO ╚ MAGLIA NERA. LA GIUNTA REGIONALE FINANZI ED AVVII INTERVENTI IN GRADO DI FRONTEGGIARE IL FENOMENO.

presentata il 24 maggio 2018 dai Consiglieri Guarda, Azzalin, Fracasso, Moretti, Pigozzo, Salemi, Sinigaglia, Zanoni e Zottis


Il Consiglio regionale del Veneto

PREMESSO CHE:
- secondo il rapporto “Nuotare contro corrente. PovertÓ educativa e resilienza in Italia” diffuso nei giorni scorsi da “Save the Children” in occasione del lancio della campagna “Illuminiamo il futuro” per il contrasto alla povertÓ educativa, in Veneto nove bambini su 10 non frequentano l'asilo nido o un servizio per la prima infanzia, con una media pi¨ alta di quella nazionale;
- il suddetto rapporto evidenzia inoltre che, sempre in Veneto, quasi nove classi su 10 delle scuole secondarie non offrono il tempo pieno agli studenti e pi¨ di 2 alunni su 5 sono senza mensa a scuola. Ancora, 4 ragazzi su 10 non leggono libri e non fanno sport e pi¨ di uno su 4 non naviga in internet;
- Save the Children definisce il Veneto “la maglia nera tra le regioni del Nord per maggior tasso di povertÓ educativa che colpisce bambini e ragazzi, privandoli delle opportunitÓ necessarie per apprendere, sperimentare e coltivare le proprie competenze e aspirazioni”;
- in Veneto tuttavia, emerge ancora dal suddetto rapporto, il 45% dei ragazzi di 15 anni che provengono da famiglie svantaggiate dal punto di vista socio-economico, si dimostrano 'resilienti', ovvero riescono a superare ostacoli e difficoltÓ e a raggiungere le competenze minime sia in matematica che in lettura. Si tratta della seconda percentuale pi¨ alta in Italia dopo la Lombardia (46%) e al di sopra della media nazionale del 26%;
CONSIDERATO CHE:
- i temi del contrasto alla povertÓ educativa che colpisce bambini e ragazzi e l'importanza di attivare comunitÓ educanti devono essere al centro dell’attenzione e dell’azione della massima istituzione regionale e non possono essere integralmente delegati ai soggetti del Terzo settore;
- in questo specifico ambito di intervento la Regione Veneto deve assumersi il compito di guida di un’ampia rete di soggetti, coinvolgendo realtÓ locali, associazioni, scuole, enti e istituzioni culturali, al fine di ridurre il fenomeno della povertÓ educativa e potenziando al tempo stesso la capacitÓ resiliente dei ragazzi;
impegna la Giunta regionale

a finanziare ed avviare interventi sul fronte delle politiche sociali ed educative improntati a:
1) sostenere e potenziare gli accessi agli asili nido e ai servizi per la prima infanzia;
2) sostenere e potenziare la partecipazione e l’aggregazione dei giovani ad attivitÓ extra scolastiche, da quelle di carattere ludico-sportivo a quelle culturali;
3) attuare progetti di intervento in grado di fronteggiare il fenomeno della povertÓ culturale e di potenziare la capacitÓ resiliente dei ragazzi, a partire dalle aree territoriali pi¨ esposte ai fenomeni del degrado sociale ed educativo.


SOMMARIO

menù di sezione:


Link di salto: Torna su - Torna alla Navigazione principale - torna ai Contenuti - Vai alla ricerca
showSondaggio:true valutaParametroOnline:false direttaRefresh:30000
nodo 1