Benvenuto nel sito del Consiglio Regionale del Veneto


Link di salto: Vai alla Navigazione principale - Vai ai Contenuti - Vai alla ricerca

attività di indirizzo

Contenuti: Mozione n. 360 - 10^ legislatura
COREVE

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO
DECIMA LEGISLATURA


MOZIONE N. 360

LA GIUNTA REGIONALE RICONOSCA LA ZONA DI TEOLO ALTO E CASTELNUOVO COME AREA DISAGIATA AL FINE DI GARANTIRE AGLI ABITANTI DELLA ZONA ADEGUATA ASSISTENZA SANITARIA

presentata il 4 luglio 2018 dal Consigliere Ruzzante


Il Consiglio regionale del Veneto

PREMESSO che il Comune di Teolo (PD), compreso su una superficie di 31 km quadrati, in parte situato in pianura, in parte sparso su aree collinari, presenta delle criticità nell’assistenza sanitaria legate alle caratteristiche del territorio;
PRECISATO che le zone di Teolo “capoluogo” e di Castelnuovo, che si trovano sulla parte collinare, sono abitate da alcune centinaia di persone, per lo più anziane, sparse in piccole frazioni, piuttosto decentrate tra loro, ad un’altitudine di 200-500 mt. In questa zona l’apertura di uno studio di medicina generale è poco “appetibile” per i medici , data la scarsità del numero di pazienti, a fronte della loro dispersione nel territorio;
RILEVATO CHE:
- per assicurare un’adeguata assistenza ed evitare agli abitanti della zona collinare di dover fare molti chilometri per raggiungere gli ambulatori in pianura, la ULSS richiede l’obbligo di apertura di uno studio medico nella frazione di Teolo capoluogo (quella “alta”) ad uno dei medici operanti nel Comune;
- il professionista per poter si assicurare un numero sufficiente di assistiti, tale da permettere di ottenere un compenso adeguato per mantenere lo studio ( lo stipendio, infatti, è proporzionale al numero di pazienti) , è costretto ad aprirne un secondo in pianura, con conseguente raddoppio delle spese;
CONSIDERATO CHE:
- questo comporta che quando il medico ha raggiunto un numero di assistiti nella zona “bassa”, tale da poter gestire la sua attività in modo decoroso, cerca di chiudere lo studio nella zona “alta” : ciò è possibile dopo 3 anni di attività, come permesso dalla Convenzione;
- di conseguenza ogni 3 anni i residenti di Teolo Capoluogo si ritrovano con un nuovo medico, con il quale devono ricominciare a costruire un rapporto di conoscenza, collaborazione e di fiducia,
impegna la Giunta regionale

1) a riconoscere con urgenza la zona di Teolo Alto e di Castelnuovo come “area disagiata” ai fini dell’assegnazione della convenzione di medicina generale in conseguenza prevedendo che al medico incaricato verrà corrisposta una quota extra per ogni paziente residente.
2) che, qualora si dovesse procedere alla formazione della Medicina di Gruppo Integrata nel territorio debba avere l’obbligo di mantenere aperto uno studio nella frazione collinare per un numero congruo di ore.


SOMMARIO

menù di sezione:


Link di salto: Torna su - Torna alla Navigazione principale - torna ai Contenuti - Vai alla ricerca
showSondaggio:true valutaParametroOnline:false direttaRefresh:30000
nodo 1