Benvenuto nel sito del Consiglio Regionale del Veneto


Link di salto: Vai alla Navigazione principale - Vai ai Contenuti - Vai alla ricerca

attività di indirizzo

Contenuti: Mozione n. 369 - 10^ legislatura
COREVE

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO
DECIMA LEGISLATURA


MOZIONE N. 369

GIÙ LE MANI DALLA MARMOLADA! SI RISPETTI IL PROTOCOLLO D’INTESA SIGLATO NEL 2002

presentata il 16 luglio 2018 dai Consiglieri Gidoni, Villanova, Brescacin, Coletto, Gerolimetto, Lanzarin, Sandonà, Boron, Ciambetti, Bottacin, Forcolin, Rizzotto e Michieletto


Il Consiglio regionale del Veneto

PREMESSO CHE:
- la Marmolada, nota come “Regina delle Dolomiti”, è un gruppo montuoso delle Alpi, la cui cima più alta è Punta Penia (3.343 m), collocato tra Veneto e Trentino;
- la questione relativa ai confini amministrativi sul massiccio della Marmolada costituisce una lunga ed annosa vicenda iniziata nel 1911 e che ha portato, in data 13.05.2002, i legali rappresentanti della Provincia Autonoma di Trento, della Regione Veneto, della Provincia di Belluno, del Comune di Canazei e del Comune di Rocca Pietore, a sottoscrivere un Protocollo d’intesa relativo alla valorizzazione della Marmolada e all’individuazione dei confini sulla stessa;
- il protocollo, in particolare, sancisce che la definizione dei confini della Marmolada consentirebbe alle comunità interessate di avviare progetti comuni di rilancio della montagna, e che ciò costituisce patrimonio alpino internazionale;
- il valore dell’atto è sottolineato dal fatto, tra gli altri, che la stessa Provincia Autonoma di Trento ha ratificato, con delibera di Giunta provinciale n. 990 del 10 maggio 2002 ad oggetto “Approvazione dello schema di protocollo d’intesa e relativa cartografia allegata fra Provincia autonoma di Trento, Regione Veneto, Provincia di Belluno, Comune di Rocca Pietore e Comune di Canazei concernente la chiusura della controversia confinaria relativa alla zona della Marmolada” il sopra citato Protocollo, palesando, in tal modo, l’evidente volontà del territorio trentino di aderire all’accordo raggiunto;
- organi di stampa di questi ultimi giorni riportano la notizia secondo la quale l’Agenzia del Territorio di Roma avrebbe accolto il ricorso presentato dal Comune di Canazei e volto a rideterminare, diversamente da quanto definito con il Protocollo del 2002, il confine sulla Marmolada tra Veneto e Trentino;
- il parere dell’Agenzia del Territorio si configura come un atto unilaterale che non considera adeguatamente né le esigenze dei due territori, né, soprattutto, la volontà manifestata dagli organi politici nell’allora 2002 e sancita con il citato atto d’intesa;
- la definizione dei confini tra i due comuni, ovvero tra le due Regioni, rappresenta un elemento decisivo sia in relazione alla risoluzione di quest’annosa controversia sia perché questione preliminare rispetto a qualsiasi iniziativa di rilancio, sviluppo economico e valorizzazione turistica di quest’area montana;
- il Presidente della Regione del Veneto ha già notiziato del fatto che la Regione del Veneto intende dare atto a quanto pattuito con la Provincia di Trento nel 2002, alla luce del fatto che solo il citato accordo aveva consentito, dopo molti anni, di pervenire ad una favorevole risoluzione della controversia;
tutto ciò premesso,
invita la Giunta regionale del Veneto

ad intraprendere qualsiasi iniziativa utile, nell’ambito delle proprie competenze, finalizzata a dare seguito al Protocollo d’intesa siglato nel 2002, ovvero verificare, attraverso gli organi e gli uffici di competenza, se e come un semplice procedimento amministrativo, quale un parere dell’Agenzia del Territorio, possa prevaricare una procedura legale in corso quale, appunto, il sopra citato Protocollo;
dispone

l’invio della presente mozione a tutti i Parlamentari eletti in Veneto in concomitanza con le ultime elezioni politiche del 4 Marzo 2018

SOMMARIO

menù di sezione:


Link di salto: Torna su - Torna alla Navigazione principale - torna ai Contenuti - Vai alla ricerca
showSondaggio:true valutaParametroOnline:false direttaRefresh:30000
nodo 1