Benvenuto nel sito del Consiglio Regionale del Veneto


Link di salto: Vai alla Navigazione principale - Vai ai Contenuti - Vai alla ricerca

attività di indirizzo

Contenuti: Mozione n. 422 - 10^ legislatura
COREVE

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO
DECIMA LEGISLATURA


MOZIONE N. 422

LA REGIONE PROMUOVA AZIONE DI TUTELA NEI CONFRONTI DEGLI STUDENTI PER UN USO CORRETTO DELLO SMARTPHONE

presentata il 26 ottobre 2018 dai Consiglieri Villanova, Rizzotto, Finco, Gidoni, Lanzarin, Forcolin e Brescacin


Il Consiglio regionale del Veneto

PREMESSO che il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha emanato nel 2017 una propria Circolare disciplinando dieci criteri per l’uso dei dispositivi mobili a scuola;
CONSIDERATO che il predetto provvedimento ministeriale è stato scritto in virtù di una visione fiduciosa e positiva del rapporto tra i professori, gli studenti e la cultura oggi plasmata nei suoi linguaggi, stili e codici dall’enorme diffusione di tablet e telefoni interattivi;
PRESO ATTO che il testo ministeriale evidenzia particolarmente il principio secondo cui è la didattica che guida l’uso competente e responsabile dei dispositivi personali anche attraverso una fattiva alleanza educativa tra scuola e famiglia;
CONSIDERATO che l’uso degli smartphone in classe non può considerarsi quale didattica innovativa costituendo invece un problema perché in realtà non è affatto uno strumento di lavoro, ma un modo per distrarsi, scambiarsi foto, video e informazioni causando quindi serie conseguenze di carattere cognitivo;
PRESO ATTO che esiste un problema enorme che si chiama “dipendenza da smartphone” che coinvolge moltissimi ragazzi e non sembra ragionevole pensare che si possa migliorare la situazione facendolo usare anche a scuola;
DATO ATTO che recenti studi da parte di neuroscienziati dimostrano l’alterazione dei meccanismi biologici di coloro che sono affetti da nomofobia ovvero da paura di rimanere senza telefono cellulare e dall’uso eccessivo dello smartphone provocando conseguenze neurologiche inevitabili oltreché posturali dovute alla posizione assunta dai giovani nella consultazione del dispositivo;
ACCERTATO altresì che l’uso non corretto dello smartphone da parte degli studenti compromette seriamente la capacità di apprendimento, di lettura e di comprensione del testo, nonché di risoluzione di questioni anche complesse;
tutto ciò premesso,
invita la Giunta regionale

a promuovere un’azione di tutela - di concerto con l’Ufficio Scolastico Regionale - nei confronti dei giovani studenti evidenziando la necessità di regolamentare le modalità e i tempi dell’uso e del non uso dello smartphone in classe non solo per questioni legate all’apprendimento dei giovani stessi bensì in rispetto dei principi costituzionali di tutela della salute ex articolo 32 della Costituzione.


SOMMARIO

menù di sezione:


Link di salto: Torna su - Torna alla Navigazione principale - torna ai Contenuti - Vai alla ricerca
showSondaggio:true valutaParametroOnline:false direttaRefresh:30000
nodo 1