Benvenuto nel sito del Consiglio Regionale del Veneto


Link di salto: Vai alla Navigazione principale - Vai ai Contenuti - Vai alla ricerca

attività di indirizzo

Contenuti: Mozione n. 527 - 10^ legislatura
COREVE

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO
DECIMA LEGISLATURA


MOZIONE N. 527

FONDO ARCHIVIO PROCESSUALE DEL VAJONT: DOPO 56 ANNI LE CARTE RIMANGANO PRESSO GLI ARCHIVI DI STATO DI BELLUNO COME FORMA DI RISARCIMENTO ETICO!

presentata l’11 settembre 2019 dai Consiglieri Ruzzante, Bartelle, Guarda, Zorzato, Baldin, Berti, Brusco, Scarabel, Azzalin, Fracasso, Salemi, Bigon, Finco e Gidoni


Il Consiglio regionale del Veneto


PREMESSO che l’articolo 30 del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 (Codice dei beni culturali e del paesaggio) stabilisce che lo Stato, le regioni, gli altri enti pubblici territoriali nonché ogni altro ente ed istituto pubblico hanno l’obbligo di garantire la sicurezza e la conservazione dei beni culturali di loro appartenenza e, al comma 4, statuisce che i medesimi soggetti hanno l’obbligo di conservare i propri archivi nella loro organicità e di ordinarli. I soggetti medesimi hanno altresì l’obbligo di inventariare i propri archivi storici, costituiti dai documenti relativi agli affari esauriti da oltre quaranta anni ed istituiti in sezioni separate; l’articolo 41, comma 1, primo capoverso, del nominato decreto legislativo, stabilisce che gli organi giudiziari e amministrativi dello Stato versano all’archivio centrale dello Stato e agli archivi di Stato i documenti relativi agli affari esauriti da oltre quarant’anni, unitamente agli strumenti che ne garantiscono la consultazione;
RILEVATO CHE:
- nel contesto normativo sopra delineato si inserisce l’intervenuto spostamento dall’archivio di Stato dell’Aquila a quello di Belluno del Fondo archivio processuale del Vajont, deposito temporaneo avvenuto nel 2009 in conseguenza del terremoto che colpì il capoluogo abruzzese;
- il predetto fondo è nella titolarità dell’Archivio di Stato dell’Aquila, territorialmente competente in virtù dell’avvenuta celebrazione del processo di secondo grado presso la Corte di Appello dell’Aquila;
CONSIDERATO CHE:
- allo stato attuale, il deposito temporaneo nell’Archivio di Stato di Belluno non è stato formalmente rinnovato;
- la Direzione dell’Archivio di Stato dell’Aquila ha già l’ipotesi di procedura per la restituzione del Fondo Vajont in base al principio della titolarità;
- da alcuni anni è in corso il progetto di riproduzione digitale di tutto il fascicolo processuale del Vajont e ciò sulla scorta della convenzione stipulata nel dicembre 2009 tra la Direzione generale per gli Archivi, la fondazione Vajont, gli Archivi di Stato di Belluno e L’Aquila, i comuni di Longarone e di Castellavazzo e dovrebbe concludersi, attraverso nuovi finanziamenti ministeriali, con l’immissione in rete dei documenti, lavoro per il quale saranno tuttavia necessari continui riscontri sulla documentazione cartacea: è dunque del tutto evidente che l’ipotesi di un trasferimento della documentazione in itinere non può che risolversi con effetti a detrimento dei lavori necessari alla conclusione del progetto;
RITENUTO che il mantenimento del Fondo archivio processuale Vajont presso l’attuale sede dell’Archivio di Stato di Belluno costituirebbe altresì una sorta di riconoscimento etico, tenuto peraltro conto che questo Consiglio regionale, con legge regionale 24 gennaio 2019, n. 5 “Istituzione della “Giornata in ricordo della tragedia del Vajont” e del riconoscimento “Memoria Vajont”” ha, sotto questo specifico aspetto, manifestato un ben preciso indirizzo cristallizzato nelle finalità di cui all’articolo 1 della predetta legge, che così recita: “al fine di commemorarne le vittime, esprimere solidarietà ai comuni che furono colpiti dall’evento ed ai superstiti, sensibilizzare la comunità regionale e le istituzioni al tema del disastro ambientale provocato dall’uomo e promuoverne la prevenzione”;
impegna la Giunta regionale

ad intervenire presso il Governo e i Parlamentari veneti al fine di pervenire attraverso modifiche alla vigente legislazione al mantenimento del Fondo archivio processuale del Vajont presso l’Archivio di Stato di Belluno.


SOMMARIO

menù di sezione:


Link di salto: Torna su - Torna alla Navigazione principale - torna ai Contenuti - Vai alla ricerca
showSondaggio:true valutaParametroOnline:false direttaRefresh:30000
nodo 1