Benvenuto nel sito del Consiglio Regionale del Veneto


Link di salto: Vai alla Navigazione principale - Vai ai Contenuti - Vai alla ricerca

attività di indirizzo

Contenuti: Risoluzione n. 45 - 10^ legislatura
COREVE

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO
DECIMA LEGISLATURA


RISOLUZIONE N. 45

NO AD UN’EUROPA A DUE VELOCITA’. LA FRANCIA MANTENGA GLI IMPEGNI SUI CANTIERI DI SAINT NAZAIRE SIGLATI IL 12 APRILE 2017

presentata il 31 luglio 2017 dai Consiglieri Pigozzo, Donazzan, Ciambetti, Giorgetti, Finco, Rizzotto, Fracasso, Salemi, Dalla Libera, Ferrari, Ruzzante, Bartelle, Berlato, Negro, Valdegamberi, Casali, Conte e Guadagnini


Il Consiglio regionale del Veneto

PREMESSO CHE:
- non può esistere un’Europa a due velocità con regole e comportamenti diversi in relazione ai problemi del momento e alla convenienza di ciascuno stato membro;
- è giusto che ogni Nazione tuteli e difenda, promuova e valorizzi le proprie realtà produttive, in particolare le più significative e strategiche, ed è auspicabile che queste azioni siano comprese nel quadro della comune appartenenza europea.
CONSIDERATO CHE:
- la decisione francese di nazionalizzare i cantieri navali STX di Saint Nazaire è stata un’operazione scorretta e inaccettabile, poiché disattende i principi anti protezionistici e di cooperazione che sono valori fondanti della stessa Unione Europea;
- alla stessa stregua è da valutarsi la richiesta del Primo Ministro francese di avere una partecipazione paritetica al 50% tra Italia e Francia sulla gestione dei cantieri STX, poiché disattende gli accordi siglati tra i due Paesi soltanto nell’aprile scorso;
- la manovra dell’attuale Presidente della Repubblica di Francia è destinata alla sola politica interna, a tranquillizzare i francesi preoccupati per i posti di lavoro, ignorando che l'accordo chiuso da Hollande con Fincantieri offriva tutte le garanzie necessarie;
- l’atteggiamento miope e protezionistico dimostrato dal Presidente Emmanuel Macron nei confronti dell’Italia e di Fincantieri non può non preoccupare, in particolare per le pesanti ripercussioni che esso potrebbe avere anche per lo stabilimento Fincantieri di Porto Marghera.
Tutto ciò premesso,
esprime sostegno

alla posizione del Governo italiano sull’assoluta contrarietà a qualsiasi modifica dell’accordo siglato dalla Francia il 12 aprile 2017 con il nostro Paese, relativamente ai cantieri navali di Saint Nazaire.


SOMMARIO

menù di sezione:


Link di salto: Torna su - Torna alla Navigazione principale - torna ai Contenuti - Vai alla ricerca
showSondaggio:true valutaParametroOnline:false direttaRefresh:30000
nodo 1