Benvenuto nel sito del Consiglio Regionale del Veneto


Link di salto: Vai alla Navigazione principale - Vai ai Contenuti - Vai alla ricerca

attività di indirizzo

Contenuti: Risoluzione n. 54 - 10^ legislatura
COREVE

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO
DECIMA LEGISLATURA


RISOLUZIONE N. 54

MANUTENZIONE, GESTIONE E RINNOVO DELLE OPERE DI REGOLAZIONE DELLE MAREE DELLA LAGUNA DI VENEZIA: IL GOVERNO COSTITUISCA UNA SOCIETÀ DI GESTIONE TRA MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E TRASPORTI, CITTÀ METROPOLITANA E REGIONE DEL VENETO

presentata il 6 novembre 2017 dai Consiglieri Pigozzo, Fracasso, Azzalin, Moretti, Salemi, Sinigaglia, Zanoni, Zottis, Dalla Libera, Ferrari, Guarda e Conte


Il Consiglio regionale del Veneto

PREMESSO CHE:
- il “Sistema MOSE” è il complesso di interventi finalizzato alla difesa di Venezia e della sua laguna dalle acque alte durante gli eventi eccezionali di alta marea ed è rappresentato dalle barriere mobili posizionate sulle 3 bocche della Laguna, dalla infrastrutturazione dell’area Arsenale e da altre opere ed interventi complementari;
- secondo le più recenti ipotesi il “Sistema MOSE” dovrebbe entrare in funzione entro il 2018, salvo fattori tecnici e finanziari legati al completamento dell’opera che potrebbero spostare in avanti la data di messa in esercizio;
- anche se al momento non vi sono dati ufficiali, si apprende dagli organi di informazione che il valore economico per la manutenzione si dovrebbe aggirare intorno ai 90/100 milioni di euro l’anno: una cifra molto rilevate che richiede la garanzia di un finanziamento costante e regolare negli anni a venire;
RILEVATO che a tutt’oggi uno dei fattori di maggiore incertezza è costituito dalla non definizione del soggetto competente che al termine dei lavori assumerà in carico le successive fasi di collaudo, gestione e di futura manutenzione programmata del “Sistema MOSE”;
RITENUTO CHE:
- sia fondamentale individuare già da ora una forma di gestione e rinnovo delle opere di regolazione delle maree, mediante il coinvolgimento dei soggetti titolati ad intervenire come Autorità pubblica e cioè Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, Città Metropolitana di Venezia e Regione del Veneto;
- per raggiungere tale obiettivo la forma più appropriata in termini di garanzia e di tutela del bene pubblico, coerente con le finalità del Sistema MOSE e con i principi di massima trasparenza, possa essere quella di istituire una “Società di gestione”, organismo di diritto pubblico, partecipata in quote sul capitale sociale dai tre soggetti pubblici: Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, Città Metropolitana di Venezia e Regione del Veneto;
PRECISATO CHE:
- ai fini dell’operatività della “Società di gestione”, potranno essere trasferiti a titolo non oneroso gli organismi tecnici ed amministrativi già esistenti ed operanti quali il servizio informativo dell’ex-Magistrato alle Acque di Venezia (MAV), i laboratori dell’ex-MAV facenti parte dell’ufficio antinquinamento della laguna di Venezia, il centro sperimentale di Voltabarozzo dell’ex-MAV e il centro previsioni maree del comune di Venezia;
- alla “Società di gestione” potrebbero essere altresì trasferiti, sempre a titolo non oneroso, uno o più rami d’azienda del concessionario di cui all’articolo 3 della legge 798/1984, o di società da questo controllate, in relazione alla progressiva ultimazione delle attività di sua competenza contestualmente alla definizione del piano industriale, dell’organizzazione aziendale e delle risorse rinvenienti dai suddetti trasferimenti;
CONSIDERATO CHE:
- recentemente sia il Ministro delle Infrastrutture dei Trasporti, che il Presidente dell’Anac sono intervenuti ufficialmente per sottolineare l’importanza e la necessità di superare in tempi molto brevi le attuali criticità legate appunto al problema della gestione in esercizio e delle future manutenzioni del sistema;
- risulta fondamentale che anche la Regione del Veneto faccia sentire nelle sedi opportune la sua posizione ufficiale nel processo di messa a regime del “Sistema MOSE”;
tutto ciò premesso,
invita il Governo e il Parlamento tutto

ad adottare con urgenza ogni utile iniziativa al fine di giungere in tempi stretti a costituire, per l’opera pubblica oggi più importante a livello nazionale, la “Società di gestione tra Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, Città Metropolitana e Regione del Veneto per la manutenzione, gestione e rinnovo delle opere di regolazione delle maree della Laguna di Venezia”;
impegna altresì la Giunta regionale

ad attivarsi affinché ciò possa tradursi in atti concreti nel più breve tempo possibile.


SOMMARIO

menù di sezione:


Link di salto: Torna su - Torna alla Navigazione principale - torna ai Contenuti - Vai alla ricerca
showSondaggio:true valutaParametroOnline:false direttaRefresh:30000
nodo 1