Benvenuto nel sito del Consiglio Regionale del Veneto


Link di salto: Vai alla Navigazione principale - Vai ai Contenuti - Vai alla ricerca

comunicati stampa

Contenuti:

Politica - "Il Consiglio regionale ha votato a maggioranza la proroga del vigente Piano Faunistico Venatorio"



(Arv) Venezia, 5 feb. 2019 - Nella seduta odierna, il Consiglio regionale del Veneto ha dato il via libera, con 27 voti favorevoli, 14 contrari, 4 astenuti, al Progetto di Legge n. 424 ‘Rideterminazione del termine di validità del Piano Faunistico- Venatorio regionale’, approvato con L.R. 5 gennaio 2007, n. 1, portando la scadenza del Piano al 31 dicembre 2020.

Prima del voto, c’è stata la discussione generale, introdotta dal Relatore Gianpiero Possamai (LN) e proseguita con l’intervento del Correlatore, Graziano Azzalin (PD) (il quale ha chiesto, in modo provocatorio, “la proroga del Piano fino al 31 dicembre 2025”), che ha visto l’intervento del Vicepresidente della Commissione Ambiente, Andrea Zanoni (PD), critico con politiche sempre a favore dei cacciatori, a cui ha replicato il Presidente della Terza Commissione, Sergio Berlato (FdI), che ha sottolineato “l’importanza di non approvare il nuovo Piano a metà della stagione venatoria. Un nuovo Piano comunque serve, anche per garantire il ricambio dei direttivi degli organismi di gestione”.

Poi, Piero Ruzzante (LeU): “Queste continue proroghe sono una mancanza di rispetto verso il Consiglio. Sottolineo però un dato politico significativo: oggi la Maggioranza, su un provvedimento molto importante, come il Piano Faunistico- Venatorio, ha accusato per la prima volta un voto sostanzialmente negativo da parte di un suo Gruppo consiliare, visto che Fratelli d’Italia si asterrà dalla votazione”.

Stefano Fracasso (PD): “La Maggioranza aveva promesso, in questa Legislatura, grandi modifiche al vigente Piano Faunistico- Venatorio, per ribaltare le indecisioni palesate da quella precedente. Ma, se tanto mi da tanto, anche questa Legislatura si concluderà con un nulla di fatto”.

Francesca Zottis (PD): “In un sistema di anarchia come quello odierno, con otto proroghe, purtroppo non si può certo pensare di addivenire a un nuovo Piano Faunistico Venatorio, che rischierebbe di toccare delicati equilibri politici. Ma credo che un Consiglio regionale che si rispetti non possa andare avanti con proroghe continue, senza palesare invece la necessaria volontà di intervenire al fine di tutelare veramente il nostro ecosistema, con una auspicabile sinergia tra mondo ambientalista e dei cacciatori. Voteremo quindi contro questo provvedimento”.

Simone Scarabel (M5S): “Questo Piano è ormai inattuale, non è in grado di tutelare l’ecosistema. Il Piano Faunistico Venatorio andrebbe aggiornato per garantire veramente la tutela dell’ambiente naturale. Inoltre, il Piano vigente non affronta il problema del contenimento del lupo. Il grande pericolo, che dovrebbe essere seriamente affrontato dal nuovo Piano, è quello rappresentato dai pesticidi”.

Replica finale del Relatore Possamai: “La caccia è sempre stata presente, in tutto il mondo, è una pratica assolutamente naturale e in Italia è già regolamentata in modo particolarmente rigido. La selvaggina cacciabile, comunque, è in aumento e quindi le colpe non sono certo dei cacciatori. Il problema, semmai, ci sarà fra qualche anno, quando non ci saranno più cacciatori…

La caccia comunque deve convivere con la legittima tutela della fauna, secondo regole giuste ed equilibrate”.

Al termine della discussione generale, è intervenuto l’Assessore regionale Pan: “La nostra società non può certo rinunciare al mondo della caccia, visto i danni ingenti che per esempio stanno provocando i cinghiali, compresi i tanti incidenti stradali connessi che hanno funestato spesso le nostre cronache. Ma anche i cervi e gli ungulati in generale rappresentano un grave pericolo. Dobbiamo agire nell’equilibrio delle parti, gestire la fauna selvatica e tutelare l’ambiente, anche nel rispetto delle attività umane. Certo, servono risposte esaustive, in tempi rapidi”.

Chiusa la discussione generale, si è passati all’esame della parte emendativa e quindi alla votazione finale.


/260


menù di sezione:


Link di salto: Torna su - Torna alla Navigazione principale - torna ai Contenuti - Vai alla ricerca
showSondaggio:true valutaParametroOnline:false direttaRefresh:30000
nodo 1