Benvenuto nel sito del Consiglio Regionale del Veneto


Link di salto: Vai alla Navigazione principale - Vai ai Contenuti - Vai alla ricerca

comunicati stampa

Contenuti:

Sport - Pigozzo : "Il futuro del ciclismo veneto in Russia: la Federazione ciclistica ha scelto i nostri 5 migliori allievi veneti dal 25 al 27 luglio in gara a Orel"



 

(Arv) Venezia 24 lug. 2019 -    “Il futuro del ciclismo veneto si mette alla prova in Russia:  siamo tutti con i nostri giovanissimi atleti categoria allievi selezionati dalla Federciclismo del Veneto che tra giovedì 25 e sabato 27 saranno protagonisti delle gare di Orel” Così Bruno Pigozzo, vicepresidente del Consiglio regionale del Veneto ha salutato assieme al Presidente della federazione ciclistica Veneta, Igino Michieletto, alla partenza dal Marco Polo di Venezia per Mosca la squadra veneta che questa settimana sarà impegnata in Russia con ben cinque “ciclisti classe 2003 e 2004 - ha detto Pigozzo - il volto nuovo del ciclismo veneto selezionati in quel vasto gruppo che la nostra regione riesce a sfornare ogni anno. Non penso che sia stata facile la selezione  fatta dal consiglio direttivo della Fci del Veneto, a iniziare dal presidente Michieletto affiancato dalla Struttura tecnica regionale guidata da Mario Penariol, ma so che hanno cercato di individuare il meglio tra tanti atleti chiamati oggi a difendere i nostri colori in una disciplina così amata e praticata nella nostra terra”  In stretto ordine alfabetico la nostra pattuglia in missione in Russia,  dal bassanese  Stefano Cavalli  del Veloce Club Bassano 1892,  al veronese di Negrar, Riccardo Chesini  dell’Ausonia Csi Pescantina,  dal veneziano Giovanni Longato del Centro Sportivo Libertas Scorzè al trevigiano di Conegliano, Alessandro Pinarello  del Veloce Club San Vendemiano per finire al padovano di Villafranca, Francesco Sabbadin  del Piazzola Cycling.  “Partecipare a una gara all’estero - ha sottolineato Pigozzo -  è sempre importante, perché significa mettersi a confronto con altre scuole e con atleti dei quali magari si sa poco,  e io devo ringraziare la Federazione Ciclistica Italiana e il suo presidente Renato di Rocco che ha offerto ai nostri giovani questa straordinaria possibilità: un caloroso ringraziamento anche all’equipe tecnica che accompagnerà i nostri ragazzi, Francesco Cecchin,  Patrick Benedetti e Diana Ziliute, lituana,  campionessa mondiale, nei fatti trevigiana di adozione. La speranza è che questi ragazzi nel circuito di Orel possano tenere alta la nostra bandiera, quella italiana e quella veneta,  in modo trasparente e pulito: per vincere nella vita, ma anche sulle due ruote,  non ci sono scorciatoie. Servono intelligenza, onestà e, nello sport, fiato e muscoli d’acciaio: un grande in bocca al lupo a tutti”

 


/1123


menù di sezione:


Link di salto: Torna su - Torna alla Navigazione principale - torna ai Contenuti - Vai alla ricerca
showSondaggio:true valutaParametroOnline:false direttaRefresh:30000
nodo 1