Benvenuto nel sito del Consiglio Regionale del Veneto


Link di salto: Vai alla Navigazione principale - Vai ai Contenuti - Vai alla ricerca

archivio notizie in evidenza

Contenuti:

Consiglio regionale. Approvato il Pdl 21. Le opposizioni non partecipano al voto



 
15 settembre 2015 - Il Pdl 21, “Modifiche all’art. 10 della legge regionale del 18 marzo 2011, n. 7 legge finanziaria regionale per l’esercizio 2011” presentato a firma di Luca Zaia, è stato approvato al termine della seduta odierna del Consiglio Regionale del Veneto. Il provvedimento è stato votato favorevolmente dai 26 consiglieri di maggioranza presenti, mentre tutte le opposizioni (area Pd, tosiani e pentastellati) sono usciti dall’aula al momento del voto. Il dibattito in aula si è concentrato – soprattutto negli interventi di Fracasso (PD), Zorzato (AP), Ruzzante (PD), Azzalin (PD), Casali (LT), Scarabel (5S) – sulla sottolineatura da parte delle forze di minoranza che il Consiglio attendeva una proposta di riordino delle società strumentali della regione sino dal maggio 2011 e che – come ha rilevato in particolare Stefano Fracasso - invece di un piano complessivo, il "Pdl oggi portato in aula si configura come un puro strumento di commissariamento in mano al presidente della Giunta, una delega in bianco che toglie al Consiglio la prerogativa di fare nomine sugli enti strumentali”.

Marino Finozzi (presidente della Prima Commissione e relatore del Pdl) e Silvia Rizzotto (firmataria della proposta e capogruppo) hanno invece con decisione difeso il Pdl 21 per la sua capacità di semplificazione nel delicato settore degli enti strumentali. La capogruppo della Lista Zaia nel suo intervento ha anche ricordato che “velocizzare e migliorare l’azione amministrativa del Veneto - come fa questo provvedimento legislativo - fa parte del programma presentato da Luca Zaia, un programma che i Veneti hanno votato a larghissima maggioranza e che noi forze di governo della Regione vogliamo continuare a trasformare in realtà".
 
All’inizio della seduta di Consiglio è stato anche approvato con 38 voti favorevoli e 9 astenuti il nuovo statuto di Veneto Sviluppo, mentre è invece stato rimandato alla seduta consiliare della prossima settimana il Pdl 11, che prevede l’abrogazione del cosiddetto maxiemendamento alla finanziaria 2015.


Archivio notizie in evidenza


menù di sezione:


Link di salto: Torna su - Torna alla Navigazione principale - torna ai Contenuti - Vai alla ricerca
showSondaggio:true valutaParametroOnline:false direttaRefresh:30000
nodo 1