Benvenuto nel sito del Consiglio Regionale del Veneto


Link di salto: Vai alla Navigazione principale - Vai ai Contenuti - Vai alla ricerca

archivio notizie in evidenza

Contenuti:

Caccia. Progetto di Legge Berlato per appostamenti precari ad uso venatorio



17 settembre 2015 Chiarire l’attuale situazione di incertezza relativa agli appostamenti ad uso venatorio venutasi a creare con l’emanazione di alcune normative regionali e da una sentenza della Corte Costituzionale. Questo l’obiettivo di un Progetto di Legge presentato dal consigliere regionale di FdI-AN-MCR, Sergio Berlato, presidente della Commissione Caccia e Pesca.

Partendo dal presupposto che la caccia da appostamento è una delle attività strettamente legate alla storia, alla cultura ed alle tradizioni delle popolazioni del Veneto, Berlato ritiene importante che la Regione del Veneto tuteli una parte importante delle proprie tradizioni che affondano le loro radici nella cultura rurale.
Il Progetto di legge intende porre definitivamente rimedio alla situazione di incertezza venutasi a creare in Veneto a seguito dell'emanazione della sentenza della Corte Costituzionale n. 139/2013, che ha opinabilmente considerato gli appostamenti ad uso venatorio come delle strutture fisse, assoggettandole quindi agli oneri di natura edilizia e di natura paesaggistica come se fossero dei manufatti fissi che rimangono stabilmente sul territorio.
Nel corso della passata legislatura – ricorda l’esponente di FdI - la Regione del Veneto aveva tentato di risolvere la questione approvando ben quattro leggi regionali e quattro delibere di Giunta, senza però riuscire nell’intento prefissato.
Questo Progetto di legge intende ristabilire il concetto di precarietà degli appostamenti ad uso venatorio, esonerando quindi i proprietari degli appostamenti dalle fastidiose e costose incombenze legate ai permessi di natura edilizia e di natura paesaggistica, purché i proprietari o i fruitori rispettino determinati requisiti stabiliti dalla legge in ordine al periodo di permanenza degli appostamenti, alle loro dimensioni massime, ai materiali di costruzione ed alla loro adeguata mimetizzazione.
Con l’approvazione da parte del Consiglio regionale del Veneto del Progetto di legge verranno abrogate le norme regionali precedenti e i proprietari degli appostamenti verranno esonerati da tutti gli adempimenti di natura edilizia e di natura paesaggistica finora richiesti, sostituiti da una semplice comunicazione al comune territorialmente competente.


 

 



Archivio notizie in evidenza


menù di sezione:


Link di salto: Torna su - Torna alla Navigazione principale - torna ai Contenuti - Vai alla ricerca
showSondaggio:true valutaParametroOnline:false direttaRefresh:30000
nodo 1