Benvenuto nel sito del Consiglio Regionale del Veneto


Link di salto: Vai alla Navigazione principale - Vai ai Contenuti - Vai alla ricerca

archivio notizie in evidenza

Contenuti:

Cultura - Approvato il Pdl "Interventi per la conservazione e valorizzazione della casa di Giacomo Matteotti a Fratta Polesine"



 


9 luglio 2019 - Il Consiglio regionale del Veneto  ha approvato con 41 voti a favore e un astenuto il Pdl n.433 “Interventi per la conservazione e valorizzazione della casa di Giacomo Matteotti a Fratta Polesine” primo firmatario e relatore in aula Graziano Azzalin (Pd). Il pdl era stato licenziato dalla VI Commissione consiliare con voto unanime. La Casa-Museo Giacomo Matteotti fu  istituita con la Legge 255/2004 riconosciuta di importante interesse culturale (ai sensi dell’art.10 comma 3 lettera d del Codice dei Beni Culturali) come luogo di memoria che mantiene inalterate le tracce originarie della vita quotidiana di un protagonista della storia del Novecento e della sua famiglia. Con legge 213/2017 la Casa fu elevata a Monumento nazionale e riconosciuta come Museo di rilevante interesse regionale in base all’art.7 della legge 50/1984 della Regione Veneto. Il relatore in aula ha sottolineato come nei fine settimana in cui la Casa Museo è aperta al pubblico sia in aumento il flusso di visitatori e come essa ospiti sempre più frequentemente convegni, conferenze e presentazioni i libri. Sia per questa funzione, sia per il suo valore simbolico “essa è diventato un faro, un punti di riferimento”  ha notato Azzalin visibilmente emozionato “come consigliere e come polesano” per come la sua proposta è stata accolta dal Consiglio regionale.  “La casa non gode di alcun finanziamento e la sua gestione ricade interamente sul bilancio del piccolo comune di Fratta, cittadina che non raggiunge i 3 mila abitanti” ha spiegato Azzalin “La proposta di legge è finalizzata a consentire principalmente la realizzazione di interventi di conservazione, manutenzione e valorizzazione della casa di Giacomo Matteotti onde garantire nel tempo funzionale l’accesso e la fruizione. Si vuole inoltre favorire inoltre la realizzazione di iniziative atte a promuovere la conoscenza della figura e dell’opera di Matteotti nel contesto storico provinciale, regionale e internazionale inserendo inoltre un vincolo di mantenimento in regime di fruizione pubblica dell’immobile attualmente di proprietà dell’Accademia dei Concordi che ne ha concesso l’uso perpetuo al Comune di Fratta Polesine” . Nel corso del dibattito sono intervenuti il consigliere Piero Ruzzante (LeU) che ha letto ampi stralci del resoconto stenografico dell’ultimo intervento alla Camera di Giacomo Matteotti il 30 maggio 1924 e l’assessore regionale alla cultura Cristiano Corazzari che ha ribadito come la figura del parlamentare socialista assassinato nel 1924 fu determinante e faro nel suo impegno per emancipare non solo le popolazioni polesane e le classi subalterne nella difesa della democrazia e della libertà.

 

 



Archivio notizie in evidenza


menù di sezione:


Link di salto: Torna su - Torna alla Navigazione principale - torna ai Contenuti - Vai alla ricerca
showSondaggio:true valutaParametroOnline:false direttaRefresh:30000
nodo 1