Benvenuto nel sito del Consiglio Regionale del Veneto


Link di salto: Vai alla Navigazione principale - Vai ai Contenuti - Vai alla ricerca

archivio notizie in evidenza

Contenuti:

Cultura - Inaugurata dal Presidente Ciambetti a Venezia la mostra "Le Finestre di Irkutsk - Le Porte di Venezia" curata da Marina Kondrashova"



3 settembre 2019   - Il Presidente del Consiglio regionale del Veneto, Roberto Ciambetti ha inaugurato quest’oggi a palazzo Ferro Fini a Venezia la mostra “Le Finestre di Irkutsk - Le Porte di Venezia” curata da Marina Kondrashova singolare progetto culturale che stabilisce “un ponte tra la Siberia e il Veneto, tra Irkutsk e Venezia” come sottolineato da Ciambetti. “Quando si parla di Venezia e della Russia si parla di alta cultura: il pensiero va immediatamente a nomi che hanno fatto la storia dell’arte, della musica e del teatro: con non pensare a Sergej Djagilev, a Igor Stravinskij o al poeta, premio Nobel, Josif Brodskij che riposano a San Michele? - ha detto nel suo discorso il presidente del Consiglio regionale - Ma c’è anche una storia minore, che unisce e lega Il Veneto a alla Siberia, la storia di quei tecnici e delle maestranze in prevalenza del veneto orientale e del Friuli all’epoca terra veneta, che verso il finire dell’Ottocento e i primissimi anni del Novecento, realizzarono il tratto della Transiberiana che segue i contorni meridionali del lago Baikal che ispirarono, tra l’altro, lo splendido ‘La Conchiglia di Anataj’ di Carlo Sgorlon. Furono un migliaio di italiani che lavorarono insieme con i russi, da Omsk al lago Baikal e grazie ai quali furono aperte in Siberia anche le prime sale da cinema e i primi studi fotografici. Questa mostra è anche un omaggio a questa singolarissima pagina di storia sconosciuta ai più”. La mostra visitabile a palazzo Ferro Fini dal lunedì al venerdì con ingresso gratuito dalle 10.00 alle 17.00 rientra in un articolato progetto multimediale di cui a Venezia, tappa finale di un lavoro durato due anni, a giunge la parte fotografica. “Realtà così diverse tra loro - ha ricordato il consigliere regionale Stefano Valdegamberi primo promotore dell’allestimento nella sede del Consiglio regionale - realtà così lontane, dall’acqua del lago Baikal a quella della laguna veneziana, hanno trovato in questa esposizione un momento di incontro in un percorso che in verità parte da lontano nel tempo, dalle maestranze veneto-friulane impiegate nella costruzione della Transiberiana. Una storia che oggi vede una nuova pagina nel segno della memoria e della cultura, un presente prodromico a ulteriori e nuovi rapporti non solo culturali ma anche economici e sociali.” Nel corso della cerimonia di inaugurazione dell’esposizione il Presidente Ciambetti ha letto il messaggio di saluto di Lysenko Igor Borisovich dell’ambasciata russa in Italia: “Questo progetto non riguarda solo la bellezza della vita, le meravigliose creazioni dell'uomo, ma anche la memoria storica,  il trasferimento di tradizioni e patrimonio alle generazioni future. Il Progetto ‘Le finestre di Irkutsk. Le porte di Venezia’ trasmette un sapore speciale della vita quotidiana del passato, in cui porte e finestre sono simboli luminosi. Porte aperte e finestre aperte sono un segno di pace, tranquillità e fiducia; è un simbolo di apertura e ospitalità. L'iniziativa pubblica, nata nella città siberiana, unifica oggi i due paesi, ponendo un elegante ponte culturale lungo seimila chilometri.”

 



Archivio notizie in evidenza


menù di sezione:


Link di salto: Torna su - Torna alla Navigazione principale - torna ai Contenuti - Vai alla ricerca
showSondaggio:true valutaParametroOnline:false direttaRefresh:30000
nodo 1