Consiglio Veneto - Presentato a palazzo Ferro Fini il 60’ congresso di AICA che si terrà a Verona il 27 e 28 ottobre

18 ottobre 2023

 

(Arv) Venezia 18 ott. 2023 -       È stato illustrato questa mattina a Venezia, nella sede del Consiglio regionale del Veneto, il 60’ congresso di AICA - Associazione per l'informatica e il calcolo automatico, organizzazione che promuove e diffonde in Italia la cultura informatica e digitale - che si terrà a Verona, tra il 27 e il 28 ottobre prossimi - con il patrocinio, tra gli altri, della Regione del Veneto - nella Loggia di Fra' Giocondo, sede dell'amministrazione provinciale scaligera. Alla presentazione del congresso sono intervenuti il consigliere regionale Alberto Bozza (Forza Italia) che ha promosso l’evento a palazzo Ferro Fini, il presidente di AICA Antonio Piva, il segretario generale di AICA Angelo Rizzo, il consigliere provinciale di Verona Zeno Falzi, e l’on. Paolo Paternoster, già deputato alla Camera.

“Il sessantesimo congresso da AICA - ha ricordato il consigliere Alberto Bozza - si intitola ‘Dal calcolo automatico all'algoritmo autonomo: l'intelligenza artificiale alla prova di privacy e sicurezza per cittadini e imprese’ e vedrà la partecipazione di una serie di relatori che metteranno a fuoco, in particolare, le questioni legate alla diffusione dell'intelligenza artificiale, un tema di grande attualità, in una fase di grande evoluzione che coinvolge tutti i settori economici, ma che ha un grande impatto anche sulla vita dei cittadini e sull’attività delle pubbliche amministrazioni. L’intelligenza artificiale consente all'uomo di velocizzare i tempi dell'organizzazione, di impiegare al meglio il tempo, di migliorare la produttività e di aumentare l’efficacia delle attività umane. La Regione del Veneto non ha voluto mancare a questo appuntamento così importante proprio per promuovere, in una città di cultura quale è la nostra Verona, un momento di riflessione sull’intelligenza artificiale all’insegna del confronto tra i diversi attori, i più qualificati, sulle opportunità offerte da questa novità e i suoi riflessi nell’ambito della privacy e della sicurezza dei cittadini, delle imprese, e della pubblica amministrazione: la tecnologia sicuramente migliora la qualità della vita, velocizza l’attività quotidiana, ma va contemperata all’insegna dell’equilibrio, e qui entra in gioco la capacità dell’uomo di intervenire affinché l’intero sistema venga gestito e le grandi opportunità non si trasformino in altrettante difficoltà. La sensibilizzazione di cui AICA è protagonista e che si esprimerà attraverso questo congresso, va esattamente in questa direzione”.

“L’intelligenza artificiale, la privacy e la sicurezza sono temi che riguardano, e forse spaventano, tutti - ha evidenziato il presidente di AICA Antonio Piva - in particolare cittadini, attività economiche, pubblica amministrazione, il settore della ricerca. Tra il 27 e il 28 ottobre, a Verona, proveremo a fornire delle risposte su questi temi con gli interventi di rappresentanti del mondo dell’economia e ricercatori e con la partecipazione di imprese e del mondo della scuola. Vogliamo soprattutto contribuire a mitigare queste insicurezze attraverso le nostre certificazioni, come le nuove certificazioni ICDL - Intelligenza Artificiale e ICDL - Cyber securuty che consentiranno a imprese, giovani e in generale a tutti i cittadini la possibilità di certificarsi, ovvero di essere indirizzati verso un uso consapevole di queste tecnologie. Il congresso è aperto a tutti gli interessati a queste tematiche, è libero, e gratuita l’iscrizione”.