Benvenuto nel sito del Consiglio Regionale del Veneto


Link di salto: Vai alla Navigazione principale - Vai ai Contenuti - Vai alla ricerca

atti ispettivi

Contenuti: Interrogazione a risposta immediata n. 292 - 10^ legislatura
COREVE

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO
DECIMA LEGISLATURA


INTERROGAZIONE A RISPOSTA IMMEDIATA N. 292

SENSIBILITÀ CHIMICA MULTIPLA: QUANDO SARANNO ATTUATE LE DISPOSIZIONI PREVISTE DALL’ARTICOLO 12 DELLA LEGGE REGIONALE 2/2013, COMMA 2, LETTERE B), C) E D)?

presentata il 25 gennaio 2017 dai Consiglieri Dalla Libera, Moretti, Berti, Ferrari, Zanoni, Salemi, Zottis, Ruzzante, Guarda, Bartelle, Baldin, Scarabel e Brusco



Premesso che:
- con il termine Sensibilità Chimica Multipla (Multiple Chemical Sensitivity, MCS), nota anche come Intolleranza ambientale idiopatica (IEI), viene descritta una condizione cronica, caratterizzata da sintomi a carico di più organi ed apparati. Le persone che lamentano tale condizione presentano una sensibilità esagerata nei confronti di numerose ed eterogenee sostanze chimiche, non correlate tra loro;
- il 5 marzo 2013, il Consiglio regionale del Veneto, ha votato all’unanimità l’articolo 12 della deliberazione legislativa n. 2, con la quale veniva riconosciuta la Sensibilità Chimica Multipla quale patologia rara, ed erano altresì approvate ulteriori iniziative per la diagnosi e cura;
- tale articolo è stato pubblicato nel BUR n. 27 del 22 marzo 2013 ed il giorno seguente è entrato in vigore, come legge della Regione Veneto;
- entro sessanta giorni dall’entrata in vigore della suesposta legge, la Giunta regionale, su proposta dell’assessore regionale competente in materia di sanità, avrebbe dovuto individuare:
a) la sede del centro di riferimento per la cura della sensibilità chimica multipla;
b) gli ulteriori presidi destinati alla diagnosi e cura della sensibilità chimica multipla;
c) la dotazione organica e le risorse finanziarie necessarie al funzionamento dei presidi di cui alla lettera b);
d) i criteri per l’esenzione dal ticket per la diagnosi della sensibilità chimica multipla e le terapie per la cura della stessa;
- con delibera della Giunta regionale n. 1535/DGR del 10 ottobre 2016 è stata individuata l’Azienda Ospedaliera di Padova quale sede del centro di riferimento per la cura della Sensibilità Chimica Multipla, rispondendo alla disposizione a) dell’articolo 12 suddetto.
Tutto ciò premesso il sottoscritto consigliere regionale
interroga la Giunta regionale
e l’Assessore regionale alla Sanità

per sapere se e quando la Regione del Veneto darà attuazione alle disposizioni previste dall’articolo 12, comma 2, lettere b), c) e d) della legge regionale 2/2013 al fine di garantire le cure più appropriate e una migliore qualità di vita ai soggetti affetti da patologie invalidanti come la Sensibilità Chimica Multipla.


SOMMARIO

menù di sezione:


Link di salto: Torna su - Torna alla Navigazione principale - torna ai Contenuti - Vai alla ricerca
showSondaggio:true valutaParametroOnline:false direttaRefresh:30000
nodo 1