Benvenuto nel sito del Consiglio Regionale del Veneto


Link di salto: Vai alla Navigazione principale - Vai ai Contenuti - Vai alla ricerca

atti ispettivi

Contenuti: Interrogazione a risposta immediata n. 295 - 10^ legislatura
COREVE

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO
DECIMA LEGISLATURA


INTERROGAZIONE A RISPOSTA IMMEDIATA N. 295

ATTIVARE QUANTO PRIMA LA BANDA ULTRA LARGA ANCHE IN CANSIGLIO

presentata il 30 gennaio 2017 dal Consigliere Riccardo Barbisan



Premesso che:
- la Regione del Veneto, con il documento programmatico denominato “l’Agenda digitale del Veneto”, definisce il proprio impegno strategico per la promozione della Società dell’informazione in Veneto e le linee di finanziamento per il periodo 2014-2020;
- il 14 aprile 2016 è stato firmato l’Accordo di Programma tra la Regione del Veneto e il Ministero dello Sviluppo Economico per lo sviluppo della banda Ultra larga sul territorio regionale che prevede un Piano di Sviluppo Banda Ultra larga in Veneto;
- il Piano contempla un investimento di circa 400 milioni di euro nelle aree definite “bianche”, ossia non coperte da nessun operatore e considerate zone a fallimento di mercato in cui sono consentiti interventi con finanziamenti pubblici.
Considerato che:
- tutta la zona del Cansiglio è ritenuta “area bianca” e il disagio causato dall’assenza in tutta la zona, sia sul versante trevigiano che in quello bellunese, della rete di telefonia mobile continua a provocare notevoli difficoltà, disagi e con ricadute negative, anche economiche, per gli operatori turistici del luogo;
- in queste zone gli apparecchi telefonici, infatti, non funzionano creando notevoli disagi e situazioni di pericolo sia per gli abitanti della zona che per i turisti che ogni anno visitano i boschi circostanti, le famose Grotte del Caglieron e l’area turistica delle località Valsalega e Col dei Buoi.
Considerato inoltre che il 31 dicembre scorso il locale “Osteria la Crosetta” ha chiuso la sua storica attività ristoratrice che rappresentava l’unico punto di riferimento nella zona piana del Cansiglio per chi aveva necessità di fare una telefonata da un telefono fisso, non essendoci copertura di rete.
Appurato che:
- gli amministratori della zona chiedono da molto tempo attraverso numerose petizioni, che le aziende di telefonia mobile investano nel territorio del Cansiglio, attrezzando le aree con funzionali linee di copertura;
- il corpo nazionale di soccorso alpino richiede che la comunicazione su rete cellulare debba assolutamente essere installata affinché le operazioni di eventuali soccorsi possano essere effettuate senza ostacoli.
Tutto ciò premesso,
interroga la Giunta regionale

per sapere quali siano i tempi previsti per la realizzazione di un’adeguata copertura di rete nell’area del Cansiglio attraverso l’attuazione del Piano di Sviluppo Banda Ultra larga in Veneto.


SOMMARIO

menù di sezione:


Link di salto: Torna su - Torna alla Navigazione principale - torna ai Contenuti - Vai alla ricerca
showSondaggio:true valutaParametroOnline:false direttaRefresh:30000
nodo 1