Benvenuto nel sito del Consiglio Regionale del Veneto


Link di salto: Vai alla Navigazione principale - Vai ai Contenuti - Vai alla ricerca

attività di indirizzo

Contenuti: Mozione n. 30 - 10^ legislatura
COREVE

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO
DECIMA LEGISLATURA


MOZIONE N. 30

LA REGIONE VENETO DIA ATTUAZIONE AGLI INTERVENTI PREVISTI DAL PROGETTO EUROPEO LIFE WOLFALPS PER TUTELARE LA POPOLAZIONE ALPINA DI LUPO, PER ASSICURARE LA CONVIVENZA TRA QUESTO GRANDE PREDATORE E LE ATTIVITÀ ECONOMICHE TRADIZIONALI E PER RILANCIARE IL TURISMO AMBIENTALE MONTANO

presentata il 2 ottobre 2015 dai Consiglieri Zanoni, Zottis, Salemi, Guarda, Moretti, Ferrari, Dalla Libera e Ruzzante


Il Consiglio regionale del Veneto

PREMESSO CHE:
- nei primi anni Novanta grazie alle mutate condizioni ecologiche e ambientali, all’aumento delle popolazioni ungulate e al regime di protezione garantito dalle normative comunitarie e nazionali, il lupo è ricomparso sulle Alpi occidentali italiane e francesi;
- all’inizio del 2012 è stata segnalata la presenza del lupo sulle montagne della Lessinia e nelle regioni confinanti del Trentino Alto Adige e del Friuli Venezia Giulia;
- con la DGR n. 2298 del 10/12/2013 la Regione del Veneto ha aderito al progetto “Life WolfAlps“ per la conservazione e la gestione del lupo, cofinanziato dall’Unione Europea nell’ambito della programmazione LIFE+ 2007-2013 “Natura e biodiversità”. Le aree del Veneto interessate sono la Lessinia e le Dolomiti d’Ampezzo;
- i principali obiettivi del suddetto progetto sono: la realizzazione di azioni coordinate per la conservazione a lungo termine della popolazione alpina di lupo e l’individuazione di strategie funzionali ad assicurare una convivenza tra il lupo e le attività economiche tradizionali;
- per il raggiungimento dei suddetti obiettivi è prevista l’attivazione di: misure di prevenzione degli attacchi del lupo agli animali domestici; azioni di contrasto al bracconaggio; strategie di controllo dell’ibridazione lupo-cane, necessarie per mantenere a lungo termine la diversità genetica della popolazione alpina di lupo; azioni di comunicazione per la diffusione della conoscenza della specie, per sfatare falsi miti e credenze, incentivando la tolleranza nei confronti del lupo, così da garantire la conservazione di questo importante animale sull’intero arco alpino;
CONSIDERATO CHE:
- la presenza del lupo non attiene unicamente ad aspetti e problematiche di natura faunistica e ambientale ma può rappresentare un’importante opportunità per un rilancio delle attività turistiche nelle aree montane interessate;
- per evitare preoccupazioni infondate tra la popolazione e le realtà economiche locali è fondamentale promuovere ogni utile iniziativa per un’ampia diffusione di chiare e approfondite informazioni su questo grande predatore e su come può essere gestito il suo impatto con gli animali domestici, cercando di incentivare il rispetto e la curiosità e di dissipare ataviche paure;
TENUTO CONTO CHE:
- in questi ultimi mesi nel territorio montano della Lessinia sono emersi numerosi problemi di convivenza tra il lupo, le attività economiche e le popolazioni locali che necessitano di interventi urgenti, in particolare per quanto riguarda l’impatto della specie sulle produzioni zootecniche;
- la tutela dell’attività di allevamento è fondamentale per l’economia di quest’area montana che rappresenta un habitat unico con quasi settemila capi di bestiame presenti nel periodo estivo;
- per un’efficace gestione degli equilibri socio economici di questo rilevante territorio servirebbero specifici interventi e maggiori investimenti anche in previsione della prossima stagione di alpeggio;
impegna la Giunta regionale

- ad attivare al più presto tutti gli interventi previsti dal Progetto Life WolfAlps, utilizzando tutti i fondi ancora disponibili al fine di garantire la conservazione della popolazione alpina del lupo, di assicurare una convivenza tra il lupo e le attività economiche tradizionali e di incentivare il turismo ambientale nelle aree montane interessate;
- ad affidare la gestione del Progetto Life WolfAlps alla Sezione Parchi della Regione Veneto per le inerenti affinità e competenze;
- ad inserire nel Piano di Sviluppo Rurale una serie di specifici interventi riguardanti la trasformazione della zootecnia nelle zone montane con presenza di grandi carnivori su cui ricadono progetti europei di conservazione e tutela.


SOMMARIO

menù di sezione:


Link di salto: Torna su - Torna alla Navigazione principale - torna ai Contenuti - Vai alla ricerca
showSondaggio:true valutaParametroOnline:false direttaRefresh:30000
nodo 1