Benvenuto nel sito del Consiglio Regionale del Veneto


Link di salto: Vai alla Navigazione principale - Vai ai Contenuti - Vai alla ricerca

attivitÓ di indirizzo

Contenuti: Mozione n. 361 - 10^ legislatura
COREVE

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO
DECIMA LEGISLATURA


MOZIONE N. 361

AGGIORNARE LA NORMATIVA REGIONALE PER LA TUTELA DELLA BIODIVERSITA’ E DELLE AREE NATURALI PROTETTE

presentata il 4 luglio 2018 dai Consiglieri Zanoni, Guarda, Zottis, Salemi, Pigozzo, Sinigaglia, Bartelle, Brusco, Scarabel, Azzalin e Ruzzante


Il Consiglio regionale del Veneto

PREMESSO CHE:
- risale al 2011 l'approvazione da parte dell’Unione Europea della “Strategia europea per la biodiversitÓ fino al 2020”;
- detta strategia prevede sei obiettivi prioritari e azioni d’accompagnamento per ridurre in modo sostanziale le minacce che incombono sulla biodiversitÓ. Tra le azioni si prevedono:
- piena attuazione della normativa europea vigente in materia di protezione della natura e della rete di aree naturali protette (Natura 2000), per migliorare lo stato di conservazione di habitat e specie;
- migliorare e ripristinare gli ecosistemi ed i servizi ecosistemici laddove possibile, in particolare aumentando l’uso delle infrastrutture verdi;
- garantire la sostenibilitÓ delle attivitÓ agricole e forestali;
- salvaguardare e proteggere gli stock ittici dell’Ue;
- contenere le specie invasive, sempre pi¨ spesso causa della perdita di biodiversitÓ nell’UE;
- aumentare il contributo dell’UE all’azione concertata internazionale per scongiurare la perdita di biodiversitÓ;
- giÓ dal 2010 l’Italia ha la sua Strategia nazionale per la BiodiversitÓ, nata dopo un ampio confronto tra Associazioni scientifiche, ambientaliste e le diverse categorie economiche;
- la Strategia nazionale prevede tre obiettivi fra loro complementari, che derivano da una attenta valutazione tecnico-scientifica: la permanenza dei servizi ecosistemici necessari alla vita, ad affrontare i cambiamenti ambientali, ad ottimizzare la sinergia fra le politiche di settore e la protezione ambientale;
- le aree naturali protette sono uno degli strumenti fondamentali per le strategie di conservazione della biodiversitÓ e dei servizi degli ecosistemi;
CONSIDERATO CHE:
- la legge regionale n. 40 “Nuove norme per la istituzione di parchi e riserve naturali regionali” risale addirittura al 1984 e la Legge n. 394 “Legge quadro sulle aree protette” risale al 1991;
- la recente L.R. per il contenimento del consumo del suolo (n. 14/2017):
- prevede che “Il suolo, risorsa limitata e non rinnovabile, Ŕ bene comune di fondamentale importanza (....) per l’equilibrio ambientale e per la tutela degli ecosistemi naturali, (art.1 comma 1);
- presenta tra i principi informatori: “la tutela del paesaggio, delle reti ecologiche, delle superfici agricole e forestali”;
tutto ci˛ premesso e considerato
impegna la Giunta regionale

ad approvare, entro la fine del 2018, un Disegno di Legge contenente una normativa di adeguamento alla Legge 394/91 ed alla legislazione europea in materia, anche in coerenza con quanto previsto nella recente L.R. sul contenimento dell'uso del suolo.

SOMMARIO

menù di sezione:


Link di salto: Torna su - Torna alla Navigazione principale - torna ai Contenuti - Vai alla ricerca
showSondaggio:true valutaParametroOnline:false direttaRefresh:30000
nodo 1