Benvenuto nel sito del Consiglio Regionale del Veneto


Link di salto: Vai alla Navigazione principale - Vai ai Contenuti - Vai alla ricerca

archivio notizie in evidenza

Contenuti:

Insediato a palazzo Ferro Fini il nuovo Corecom presieduto da Gualtiero Mazzi



8 marzo 2016 - Si è insediato quest’oggi a Palazzo Ferro Fini, sede del Consiglio regionale del Veneto alla presenza del Presidente del Consiglio Roberto Ciambetti, e del segretario generale Roberto Valente , il nuovo Comitato regionale di controllo delle Comunicazione (Corecom) presieduto dal veronese Gualtiero Mazzi, che ha provveduto a presentare i nuovi membri del Comitato, Nerino Chiereghin, Fabrizio Comencini, Marco Mazzoni Nicoletti, Luigi Perissinotto. “Si tratta di un organo delicatissimo destinato a svolgere mansioni di sempre maggior rilevanza – ha spiegato nel suo saluto il presidente del Consiglio regionale – Già da oggi, in piena campagna referendaria Stop Trivelle, il Corecom è chiamato ad essere garante della par condicio e del diritto di espressione e informazione da parte del comitato proponente il referendum, ma ci sono anche altri temi di rilevanza sociale che vengono affrontati da questo organismo, dalle conciliazioni sui servizi di telefonia mobile, al tema strategico di internet e minori. Come Presidente del Consiglio – ha sottolineato Ciambetti – ho ricevuto molte sollecitazioni da parte di sindaci che chiedono la possibilità di dialogare appunto con il Corecom e la Polizia Postale per affrontare le problematiche del web e mi auguro che noi si possa collaborare al meglio anche su questo tema e su tutti i temi di competenza del Comitato regionale di controllo, non da ultimo le vicende delle frequenze televisive e la situazione delle emittenti venete”. Il presidente Gualtiero Mazzi ha assicurato “la massima cooperazione e collaborazione nel rispetto delle reciproche competenze e ruoli – e mi auguro di riuscire assieme ai membri del Comitato a spiegare ai cittadini l’importanza e la valenza di questa agenzia. Per quanto mi riguarda sono già operativo e già domani avrò un incontro a Roma con l’Agcom per affrontare le problematiche contingenti ad iniziare dalle norme relative all’accesso all’informazione durante la campagna referendari”.

 


Archivio notizie in evidenza


menù di sezione:


Link di salto: Torna su - Torna alla Navigazione principale - torna ai Contenuti - Vai alla ricerca
showSondaggio:true valutaParametroOnline:false direttaRefresh:30000
nodo 1